Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Agenti sistemici asfissianti di guerra chimica

Di

James M. Madsen

, MD, MPH, U.S. Army Medical Research Institute of Chemical Defense (USAMRICD)

Ultima modifica dei contenuti feb 2021
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
  • Composti di cianuro

  • Solfuro di idrogeno

Gli asfissianti sistemici sono stati anche definiti agenti sanguigni perché vengono distribuiti sistemicamente attraverso il sangue. Tuttavia, il loro sito di azione non è il sangue, ma è piuttosto a livello cellulare tutto il corpo.

I sali di cianuro sono stati utilizzati per uccidere tramite ingestione, ma le vittime di un incidente di massa potrebbero anche essere causate dall'inalazione di cianuro di idrogeno o cloruro di cianogeno, che sono liquidi altamente volatili o gas a temperatura ambiente. I cianuri sono anche prodotti dalla combustione di numerose sostanze domestiche e industriali, e i pazienti che hanno inalato fumo possono avere anche un avvelenamento da cianuro. Il cianuro ha un caratteristico odore di mandorle amare, ma la capacità di sentire questo odore è conferita da un singolo gene che è assente nella metà della popolazione.

Il solfuro di idrogeno è sempre in forma gassosa a temperatura ambientale. L'esposizione avviene quindi generalmente per inalazione. Il solfuro di idrogeno può essere prodotto miscelando sostanze chimiche di uso domestico contenenti zolfo con degli acidi; questa combinazione è stata utilizzata per il suicidio (detto suicidio da detersivi), e i gas residui possono agire sui soccorritori, causando molte vittime. Il solfuro di idrogeno è prodotto anche dalla decomposizione del letame. I grandi depositi di letame nelle fattorie spesso contengono quantità letali del gas, che possono causare numerose vittime poiché i soccorritori improvvisati senza adeguato equipaggiamento protettivo soccombono. Il solfuro di idrogeno ha un caratteristico odore di uova marce, ma alte concentrazioni danneggiano le fibre olfattive cosicché questo odore non sarà percepito negli ambienti più letali.

Consigli ed errori da evitare

  • Il solfuro di idrogeno in alte concentrazioni danneggia le fibre olfattive cosicché questo odore caratteristico di uovo marcio non sarà percepito negli ambienti più letali.

Fisiopatologia

Sia i cianuri che i solfuri di idrogeno entrano nei mitocondri, dove inattivano la citocromo ossidasi, un enzima necessario per la fosforilazione ossidativa (respirazione cellulare). La soppressione della fosforilazione ossidativa porta ad anossia cellulare, con deplezione di adenosina trifosfato, incapacità di estrarre ossigeno dal sangue portato ai tessuti, e acidosi lattica derivante dai tentativi dell'organismo di produrre energia in maniera anaerobia. Tutti gli organi e i tessuti sono colpiti, ma i neuroni sono più sensibili dei muscoli; il meccanismo di morte è in genere l'apnea centrale. I cianuri e specialmente l'idrogeno solforato hanno anche meccanismi d'azione aggiuntivi non ancora completamente caratterizzati.

Sintomatologia

Il cianuro inizialmente causa respirazione ansimante, tachicardia e ipertensione. Perdita di coscienza e convulsioni possono verificarsi in meno di 30 secondi. Possono manifestarsi segni di tetania, come il trisma (contrattura della mandibola), il risus sardonicus (spasmo dei muscoli facciali), e l'opistotono (inarcamento della colonna vertebrale). La pelle può essere arrossata, ma circa la metà delle vittime ha un aspetto cianotico. L'apnea di solito precede la bradicardia e l'ipotensione, e si può notare una postura decorticata prima della morte.

Il solfuro di idrogeno in dosi elevate provoca anche improvvisa perdita di coscienza con convulsioni. Il danno diretto al miocardio può essere importante. L'esposizione continua a concentrazioni inizialmente subletali può indurre irritazione agli occhi con congiuntiviti e abrasioni e ulcerazioni della cornea (occhio da gas), irritazione delle mucose nasali e faringee, mal di testa, debolezza, atassia, nausea, vomito, senso di costrizione toracica, e iperventilazione. Alcune di queste manifestazioni sembrano essere una reazione al cattivo odore del composto. Una colorazione verde o uno scurimento delle monete che il paziente ha con sé deve portare ad avvalorare il sospetto di un avvelenamento da solfuro di idrogeno.

Diagnosi

  • Valutazione clinica

I pazienti gravemente colpiti devono essere trattati prima che le analisi di laboratorio siano disponibili, per cui la diagnosi è soprattutto clinica. I referti delle analisi di laboratorio sono una diminuzione della differenza arterovenosa di ossigeno (per effetto del contenuto venoso di ossigeno maggiore della norma) e l'acidemia ad alto gap anionico con un aumento del lattato.

Smistamento

Tutti i pazienti privi di sensi con polso vitale sono potenzialmente recuperabili e devono avere priorità immediata per le cure mediche. Poiché i pazienti che sono stati esposti per inalazione di solito non peggiorano dopo la rimozione dall'ambiente contaminato, ai pazienti coscienti che riportano sintomi in diminuzione si può assegnare al triage una priorità ritardata (ossia, in grado di tollerare un breve ritardo mentre le vittime più urgenti vengono trattate).

Trattamento

  • Assistenza respiratoria e ossigeno al 100%

  • Per i cianuri, antidoti specifici

Prestare attenzione agli ABC (airway, breathing, and circulation [vie aeree, respirazione e circolo]). L'acqua con o senza sapone è sufficiente per la decontaminazione della pelle; pazienti esposti solo a vapore o gas in genere non hanno bisogno di essere decontaminati.

Le vittime dell'intossicazione da cianuro richiedono una terapia antidotale rapida con 0,2 mL (1 fiala) di nitrito di amile per via inalatoria per 30 secondi ogni minuto; 10 mL di nitrito di sodio al 3% a 2,5-5 mL/min EV (nei bambini, 10 mg/kg), quindi tiosolfato di sodio al 25% 25-50 mL a 2,5-5 mL/min EV. Se disponibile, in alternativa si può somministrare idrossicobalamina, 5-10 g EV. Gli antidoti possono essere utili persino in pazienti in apnea. In assenza di antidoti, la ventilazione e la somministrazione di ossigeno al 100% possono essere salva-vita. Tuttavia, la rianimazione bocca a bocca non protetta può esporre il soccorritore al cianuro nel respiro del paziente. Le vittime di intossicazione da cianuro per inalazione di fumo possono avere anche un avvelenamento da monossido di carbonio; le precedenti preoccupazioni circa la somministrazione di nitriti in questa situazione sono probabilmente esagerate. Non è dimostrato che l'ossigeno iperbarico migliori la prognosi dei pazienti intossicati da cianuro.

Le vittime di intossicazione da solfuro d'idrogeno sono trattate mediante terapia di supporto, che comprende la somministrazione di ossigeno al 100%. I nitriti, il tiosolfato di sodio, l'idrossicobalamina e l'ossigeno iperbarico (come quelli usati nel cianuro) non sono di alcun beneficio. Tuttavia, il bicarbonato EV più il glucosio hanno ridotto la mortalità e la durata del coma in un modello murino, e possono essere provati anche sull'uomo (1) Riferimento relativo al trattamento Gli asfissianti sistemici sono un tipo di agente di guerra chimica e comprendono Composti di cianuro Solfuro di idrogeno Gli asfissianti sistemici sono stati anche definiti agenti sanguigni... maggiori informazioni .

Riferimento relativo al trattamento

  • Guidotti TL: Hydrogen sulfide: Advances in understanding human toxicity. Int J Toxicol, 29(6):569-581, 2010. doi: 10.1177/1091581810384882

Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore e non riflettono la politica ufficiale del Department of Army, Department of Defense, o del governo degli Stati Uniti.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Fratture della mandibola e del terzo medio facciale
Se un paziente che ha subito un trauma contusivo al viso ha un’anestesia nella distribuzione del nervo mentale, quale delle seguenti è la sede più probabile della frattura?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE