Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Labioschisi e palatoschisi

Di

Simeon A. Boyadjiev Boyd

, MD, University of California, Davis

Ultima modifica dei contenuti feb 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

Labbro leporino, labiopalatoschisi, e palatoschisi isolata, sono collettivamente denominati schisi orali. Le schisi orali sono le anomalie congenite più comuni della testa e del collo con una prevalenza totale di 2,1 per 1000 nati vivi. Nella loro eziologia sono stati implicati sia fattori ambientali che genetici. Il fumo e il consumo di alcol da parte della madre durante la gestazione possono aumentare il rischio. Le coppie che hanno un figlio affetto hanno un rischio maggiore di avere un secondo figlio affetto. L'assunzione di folato subito prima dell'inizio della gestazione e durante il 1o trimestre riduce il rischio.

Le schisi orali sono divise in 2 gruppi:

  • Sindromiche (30%)

  • Non sindromiche (70%)

Le schisi orali sindromiche sono quelle presenti in pazienti con sindromi congenite riconosciute o con anomalie congenite multiple. Queste schisi orali sono di solito causate da anomalie cromosomiche e sindromi monogeniche definite.

Le schisi orali non sindromiche (isolate) sono quelle presenti in pazienti senza anomalie associate o ritardi di sviluppo. Numerose differenti mutazioni geniche possono causare il fenotipo, incluse mutazioni di alcuni dei geni che sono coinvolti nelle schisi orali sindromiche, il che suggerisce che vi sia una significativa sovrapposizione tra schisi orali sindromiche e non sindromiche.

La schisi può variare dal solo coinvolgimento del palato molle, al coinvolgimento di palato molle, palato duro, processo alveolare mascellare e labbro. La forma più lieve è l'ugola bifida. La labioschisi si può presentare in forma isolata.

La palatoschisi interferisce con l'alimentazione e con lo sviluppo del linguaggio e aumenta il rischio di otiti. Obiettivi del trattamento sono assicurare una normale alimentazione, l'eloquio, la crescita maxillo-facciale ed evitare la formazione di fistole.

Trattamento

  • Riparazione chirurgica

Il trattamento precoce, in attesa della correzione chirurgica, varia in rapporto alla specifica anomalia, ma può comprendere tettarelle progettate appositamente per l'allattamento (per facilitare il flusso), protesi dentarie (per occludere la schisi e favorire la suzione), un alimentatore che può essere spremuto per rilasciare il latte, la chiusura della breccia labiale con cerotti, e un palato artificiale modellato sul palato del bambino. I frequenti episodi di otite media acuta devono essere riconosciuti e trattati.

Il trattamento definitivo è la chiusura chirurgica; tuttavia, la scelta temporale dell'intervento chirurgico, che può interferire con i centri di accrescimento attorno alla premascella, è in un certo qual modo controversa. Per la palatoschisi, è spesso eseguito un procedimento in 2 fasi. La labioschisi, il naso e il palato molle sono riparati nella prima infanzia (3-6 mesi di età). In seguito, la fessura residua del palato duro è riparata a 15-18 mesi di età. La chirurgia può portare a un miglioramento significativo, ma se le deformità sono gravi o il trattamento è inadeguato, possono residuare una voce nasale, alterazioni estetiche e la tendenza a rigurgitare. Sono raccomandati trattamenti odontoiatrici e ortodontici, logopedia e consulenza genetica.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come effettuare la rianimazione neonatale
Video
Come effettuare la rianimazione neonatale
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE