Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Masse ovariche benigne

Di

Charlie C. Kilpatrick

, MD, MEd, Baylor College of Medicine

Ultima modifica dei contenuti mag 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Le masse ovariche benigne comprendono le cisti funzionali e i tumori; la maggior parte delle masse ovariche benigne è asintomatica. Il trattamento varia a seconda dello stato riproduttivo del paziente.

Cisti funzionali

Esistono 2 tipi di cisti funzionali:

  • Cisti follicolari: queste cisti si sviluppano dai follicoli di Graaf.

  • Cisti del corpo luteo: queste cisti si sviluppano dal corpo luteo. Le cisti del corpo luteo possono sanguinare nella cavità cistica, distendendo la capsula ovarica, o possono rompersi all'interno della cavità peritoneale.

La maggior parte delle cisti funzionali è < 1,5 cm di diametro; poche di esse superano i 5 cm. Le cisti funzionali generalmente si risolvono spontaneamente nel giro di pochi giorni o settimane. Le cisti funzionali sono rare dopo la menopausa.

La sindrome dell'ovaio policistico è solitamente definita come una sindrome clinica e non solo per la presenza di cisti ovariche. Ma le ovaie contengono un gran numero di cisti follicolari, di diametro compreso tra i 2 e i 6 mm, e talvolta le cisti più grandi contengono cellule atresiche.

Tumori benigni

I tumori ovarici benigni usualmente presentano una crescita lenta e raramente vanno incontro a trasformazione maligna. Comprendono:

  • Teratomi cistici benigni: queste neoplasie sono altrimenti dette cisti dermoidi poiché, malgrado derivino da tutti e 3 i foglietti germinali, consistono soprattutto di tessuto ectodermico.

  • Fibromi: questi tumori sono a crescita lenta e presentano usualmente un diametro < 7 cm.

  • Cistoadenomi: questi tumori possono essere sierosi o mucinosi.

Sintomatologia

La maggior parte delle cisti funzionali e delle neoplasie benigne è asintomatica. A volte possono causare alterazioni mestruali. Le cisti del corpo luteo emorragico possono determinare dolore o segni di peritonite, in caso di rottura. Occasionalmente, dolore addominale intenso può verificarsi in presenza di torsione annessiale di una cisti o di una massa di diametro > 4 cm.

Ascite e raramente versamento pleurico possono accompagnare i fibromi.

Diagnosi

  • Ecografia transvaginale

  • Raramente test per i marcatori tumorali

Frequentemente, le masse sono di accidentale riscontro, ma il sospetto si pone in presenza di sintomatologia. È sempre necessario escludere la presenza di una gravidanza ectopica, effettuando un test di gravidanza. L'ecografia transvaginale di solito conferma la diagnosi.

Masse con caratteristiche radiografiche di tumore maligno (p. es., componenti cistiche o solide, presenza di estroflessioni papillari della superficie, aspetto multiloculare, forma irregolare) richiedono la consultazione con uno specialista e l'exeresi.

I test per i marcatori tumorali vengono eseguiti se una massa richiede l'escissione o se si sta considerando un cancro ovarico. È disponibile in commercio un test per 5 marcatori tumorali (beta2 microglobulina, antigene cancro [CA] 125 II, apolipoproteina A-1, prealbumina, transferrina) e può aiutare a determinare la necessità di un intervento chirurgico. I marcatori tumorali sono i più utilizzati per monitorare la risposta al trattamento, piuttosto che per lo screening, per il quale non hanno un'adeguata sensibilità, specificità e valori predittivi. Per esempio, i valori dei marcatori tumorali possono risultare erroneamente elevati nelle donne che hanno l'endometriosi, fibromi uterini, peritonite, colecistite, pancreatite, malattie infiammatorie intestinali, o vari tipi di cancro.

Trattamento

  • Osservazione di cisti selezionate

  • A volte un intervento chirurgico (cistectomia o ovariectomia)

Molte cisti funzionali di diametro < 5 cm si risolvono senza alcun trattamento; per documentare la risoluzione vengono effettuate ecografie seriali. Se donne asintomatiche in età fertile hanno masse cistiche annessiali semplici, a parete sottile, del diametro di 5-8 cm (spesso follicolari) senza le caratteristiche del cancro, è appropriata la gestione in attesa con ecografie ripetute. I tumori benigni richiedono un trattamento.

Le masse con caratteristiche radiografiche tipiche del cancro vengono asportate laparoscopicamente o per laparotomia.

Se tecnicamente possibile, i chirurghi mirano a preservare le ovaie (p. es., mediante cistectomia).

L'ovariectomia viene effettuata nelle seguenti condizioni:

  • Fibromi che non possono essere rimossi mediante cistectomia

  • Cistoadenomi

  • Teratomi cistici > 10 cm

  • Cisti che non possono essere rimosse chirurgicamente, con risparmio dell'ovaio corrispondente

  • La maggior parte delle cisti che vengono rilevate nelle donne in post-menopausa e che presentino diametro > 5 cm

Punti chiave

  • Le cisti funzionali tendono a essere di piccole dimensioni (di solito < 1,5 cm di diametro), a verificarsi nella donna in premenopausa, e a risolversi spontaneamente.

  • Le cisti funzionali e le neoplasie benigne sono di solito asintomatiche.

  • Escludere una gravidanza ectopica effettuando un test di gravidanza.

  • Rimuovere le masse che presentano caratteristiche RX di tumori (p. es., componenti cistiche e solide, escrescenze superficiali, aspetto multiloculare, forma irregolare).

  • Rimuovere alcune cisti e tumori benigni, comprese le cisti che non si risolvono spontaneamente.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come eseguire un parto vaginale spontaneo
Video
Come eseguire un parto vaginale spontaneo
Modelli 3D
Vedi Tutto
Parto vaginale
Modello 3D
Parto vaginale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE