Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Dispareunia

Di

Rosemary Basson

, MD, University of British Columbia and Vancouver Hospital

Ultima modifica dei contenuti set 2013
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La dispareunia è il dolore durante il tentativo o la completa penetrazione vaginale.

La dispareunia può verificarsi al momento della penetrazione (superficiale o introitale), con un ingresso in profondità, con il movimento del pene oppure dopo il coito. L'ipertono di alcuni muscoli pelvici, che si manifesta sia come difesa volontaria che come elevata involontaria tensione muscolare, è frequente in tutti i tipi di dispareunia cronica.

Eziologia

Le cause possono comprendere fattori psicologici e fisici ({blank} Panoramica sulla funzione e disfunzione sessuale femminile : Eziologia).

La dispareunia superficiale può derivare da una vestibolodinia provocata, da una vaginite atrofica, da patologie vulvari (p. es., lichen scleroso, distrofie vulvari), da malformazioni congenite, da herpes genitale, da fibrosi da radiazione, da restringimento introitale post-chirurgico o da rottura ricorrente del fornice posteriore.

La dispaurenia profonda può derivare da un ipertono muscolare pelvico o uterino o da patologie ovariche (p. es., fibromi, malattia infiammatoria pelvica, endometriosi).

Le dimensioni del pene e la profondità della penetrazione influenzano la presenza e la gravità dei sintomi.

Le donne con dispareunia dovuta a vestibolodinia provocata ({blank} Vestibolodinia provocata (vestibolite vulvare; vestibolodinia provocata)) tendono ad avere autoaspettative elevate, paura di una valutazione negativa da parte degli altri, aumentata somatizzazione, tendenze catastrofiche (esagerazione delle possibili conseguenze), bassa soglia del dolore in generale, ipervigilanza al dolore e spesso altre sindromi di dolore cronico (p. es., sindrome dell'intestino irritabile, disturbi dell'articolazione temporo-mandibolare, cistite interstiziale).

Diagnosi

  • Valutazione clinica

La diagnosi si basa sui sintomi e sull'esame obiettivo pelvico.

Per la dispareunia superficiale, la valutazione si basa sull'ispezione di tutta la cute vulvare, compresi i solchi tra le piccole e grandi labbra (p. es., ragadi tipiche di candidosi cronica) e il clitoride, il meato uretrale, l'imene e le aperture dei dotti delle ghiandole vestibolari maggiori (atrofia, segni di infiammazione e lesioni cutanee anomale che richiedono la biopsia). La vestibolodinia provocata può essere diagnosticata con un tampone di cotone per suscitare allodinia (dolore causato da uno stimolo non nocivo); aree esterne non dolenti sono toccate prima di trasferirsi in zone più tipicamente dolorose (ossia, il bordo esterno dell'anello imenale, fessure adiacenti al meato uretrale). L'ipertono dei muscoli pelvici può essere sospettato quando il dolore simile a quello che si verifica durante il rapporto sessuale può essere provocato dalla palpazione del muscolo profondo elevatore dell'ano, particolarmente attorno alle spine ischiatiche. La palpazione dell'uretra e della vescica può identificare un'anomala dolorabilità.

Per la dispareunia profonda, la valutazione richiede un'accurata esplorazione bimanuale per determinare se il movimento cervicale o la palpazione uterina o annessiale causano dolore e per ricercare l'eventuale presenza di noduli nel cul-de-sac o nei fornici vaginali. È di solito indicata un'esplorazione rettovaginale per controllare il setto rettovaginale e la superficie posteriore di utero e annessi. Disturbi sospetti di utero e ovaie vengono valutati con studi di imaging come clinicamente indicato.

Trattamento

  • Trattamento eziologico quando possibile (p. es., estrogeni topici per la vaginite atrofica, terapia fisica pelvica per l'ipertono muscolare pelvico)

  • Educazione sul dolore cronico e sui suoi effetti sulla sessualità

  • Terapie psicologiche

La gestione comprende frequentemente i seguenti:

  • Incoraggiare e insegnare alla coppia a sviluppare forme soddisfacenti di sesso non penetrativo

  • Discutere i problemi psicologici che contribuiscono e causano il dolore cronico

  • Quando possibile, trattare primitivamente l'anomalia fisica che contribuisce al dolore (p. es., endometriosi, lichen scleroso, distrofie vulvari, infezioni vaginali, malformazioni congenite, fibrosi da radiazioni, vedi altrove nel Manuale).

  • Trattare il coesistente ipertono dei muscoli pelvici

  • Trattare i disturbi comorbili del desiderio/interesse sessuale o dell'eccitazione

L'utilizzo di estrogeni topici è utile per la vaginite atrofica ({blank} Menopausa : Terapia ormonale) e per la lacerazione ricorrente del fornice posteriore. Un anestetico topico o semicupi possono aiutare ad alleviare la dispareunia superficiale.

Le terapie psicologiche come la terapia cognitivo-comportamentale, la mindfulness, e la terapia cognitiva basata sulla mindfulness ({blank} Trattamento) spesso possono aiutare.

Le donne con ipertono dei muscoli pelvici, comprese quelle con vestibolodinia provocata, possono trarre beneficio dalla fisioterapia pelvica mediante allenamento muscolare del pavimento pelvico, possibilmente con biofeedback, per insegnare il rilassamento dei muscoli pelvici.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE