Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Prevenzione della fragilità

Di

Magda Lenartowicz

, MD

Ultima modifica dei contenuti gen 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

La fragilità è una perdita della riserva fisiologica che rende una persona suscettibile di invalidità per stress minori. Comuni caratteristiche della fragilità comprendono debolezza, funzione motoria rallentata, perdita di peso, atrofia muscolare (sarcopenia), intolleranza allo sforzo, cadute frequenti, immobilità, incontinenza e frequenti esacerbazioni delle malattie croniche.

L'esercizio e una dieta sana ( Raccomandazioni nutrizionali per la prevenzione della fragilità) sono raccomandati per prevenire o ridurre la fragilità. Gli anziani che praticano esercizio aerobico regolare (p. es., camminare, nuotare, correre) aumentano la loro aspettativa di vita e hanno un declino funzionale ridotto in confronto a quelli che sono sedentari. L'umore e forse la funzione cognitiva eventualmente possono anche essere migliorate. L'allenamento può aiutare ad aumentare la massa ossea e a diminuire il rischio di cadute e di fratture. Una dieta sana può prevenire o ridurre il rischio di molte malattie che contribuiscono alla fragilità, compresi il cancro della mammella e del colon, l'osteoporosi, l'obesità e la malnutrizione; la morbilità e mortalità possono essere quindi ridotte.

Tabella
icon

Raccomandazioni nutrizionali per la prevenzione della fragilità

Metodo

Descrizione

Motivazione

Dieta povera di grassi

Grassi limitati a meno di circa 20 g/die, con 6-10 g polinsaturi (con ω-3 e ω-6 in parti uguali), 2 g di grassi saturi, e il resto come grassi monoinsaturi

Alcune fonti di oli salutari: pesce grasso (p. es., tonno, salmone, sgombro, aringa), alcuni oli vegetali (semi di lino, colza, soia), semi di lino e noci

Diminuisce il rischio di malattie cardiovascolari

Dieta di Na ridotta

Livello ottimale di assunzione di sconosciuto, ma qualche prova a sostegno della riduzione dell'assunzione a 2,3 g/die

Abbassa la pressione arteriosa in alcune persone

Dieta ad alto contenuto di calcio e supplementazione di Ca

Per gli anziani, 1200 mg/die (la maggior parte delle diete americane contiene solo 500-700 mg/die)

Aiuta a mantenere la densità ossea e riduce il rischio di fratture

Un adeguato apporto di vitamine e minerali

In gran parte mangiando frutta e verdura

Supplementazione con vitamina D (almeno 600 UI/die per i pazienti ≤ 70 anni, 800 UI/die per i pazienti > 70 anni) per le persone con dieta a medio-basso contenuto di Ca

Per la vitamina D, previene la perdita ossea, ricadute, e fratture

Può prevenire varie malattie croniche

Dieta ricca di fibre

Meglio se ottenute mangiando frutta, verdura e cereali

Può prevenire il cancro del colon

Ha un effetto benefico sui lipidi sierici

Assunzione di alcol moderato

Circa 30 mL di alcol/die (di più può essere dannoso)

Può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE