Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Tossicità della vitamina K

Di

Larry E. Johnson

, MD, PhD, University of Arkansas for Medical Sciences

Ultima modifica dei contenuti ago 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

La vitamina K1 (fillochinone) non è tossica se assunta oralmente, persino in grandi quantità. Tuttavia, il menadione (una molecola sintetica, precursore idrosolubile della vitamina K) può causare tossicità (i bambini sviluppano anemia emolitica, iperbilirubinemia, ittero e ittero nucleare) e non deve essere utilizzato per curare la carenza di vitamina K.

La vitamina K1 (fillochinone) è la vitamina K assunta con la dieta. Le fonti comprendono le verdure a foglia verde (in particolare i cavoli, gli spinaci, la verza, l'insalata verde), i semi di soia e gli oli vegetali. I grassi nella dieta ne aumentano l'assorbimento. Le formulazioni per i lattanti contengono supplementi di vitamina K. Dopo il periodo neonatale, i batteri nel tratto gastrointestinale sintetizzano la vitamina K, che viene assorbita e utilizzata dall'organismo.

La vitamina K2 si riferisce a un gruppo di composti (i menachinoni) sintetizzati dai batteri nel tratto intestinale; l'ammontare sintetizzato non soddisfa il bisogno di vitamina K.

La vitamina K controlla la produzione dei fattori della coagulazione II (protrombina), VII, IX, e X nel fegato (vedi tabella Fonti, funzioni ed effetti delle vitamine). Altri fattori della coagulazione, dipendenti dalla vitamina K, sono la proteina C, la proteina S e la proteina Z; le proteine C e S sono anticoagulanti. Le vie metaboliche conservano la vitamina K. Una volta che la vitamina K ha partecipato alla formazione dei fattori della coagulazione, il prodotto della reazione, l'epossido della vitamina K, viene convertito enzimaticamente nella forma attiva, la vitamina K idrochinone.

Le attività delle proteine vitamina K-dipendenti richiedono la presenza di calcio. Le proteine vitamina K-dipendenti, l'osteocalcina e la proteina della matrice, gamma-carbossi-glutamile (Gla), possono svolgere ruoli importanti nell'osso e in altri tessuti. Le forme di vitamina K sono una terapia diffusa per l'osteoporosi in Giappone e in altri paesi.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
bypass gastrico alla Roux-en-Y
Video
bypass gastrico alla Roux-en-Y
Il processo digestivo inizia nella bocca, dove la masticazione e la saliva degradano il cibo...

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE