Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Tumori dell'orecchio

Di

Bradley A. Schiff

, MD, Montefiore Medical Center, The University Hospital of Albert Einstein College of Medicine

Ultima modifica dei contenuti ott 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Esistono varie forme benigne e maligne di tumore dell'orecchio, che in genere si presentano con ipoacusia. Possono esordire anche con stato di confusione, vertigine o instabilità. Questi tumori sono rari e possono essere difficili da diagnosticare.

Tumori maligni dell'orecchio

Basaliomi e carcinomi squamocellulari possono originare dal condotto uditivo esterno. L'infiammazione persistente causata da otite media cronica può predisporre lo sviluppo di carcinomi squamocellulari. È indicata un'ampia resezione chirurgica, seguita da radioterapia. La resezione en bloc del canale auricolare con risparmio del nervo facciale è indicata qualora le lesioni siano limitate al canale e non abbiano invaso l'orecchio medio. Un'invasione più estesa richiede una resezione più significativa dell'osso temporale.

Raramente, il carcinoma a cellule squamose origina dall'orecchio medio. La persistente otorrea dell'otite media cronica può essere un fattore predisponente. La resezione dell'osso temporale e la radioterapia postoperatoria sono necessarie.

I paragangliomi non cromaffini (chemodectomi) insorgono nell'osso temporale dai corpi glomici del bulbo giugulare (tumori del glomo giugulare) o nella parete mediale dell'orecchio medio (tumori del glomo timpanico). Questi tumori si presentano come una massa rossa pulsatile nell'orecchio medio. Il primo sintomo è spesso un acufene sincrono con il polso. Si sviluppa un'ipoacusia, seguita da vertigini. Paralisi del IX, X o XI nervo cranico possono accompagnare i tumori del glomo giugulare che si estendono attraverso il forame giugulare. L'escissione è il trattamento di scelta mentre la radioterapia si impiega in caso di controindicazione chirurgica.

Tumori benigni dell'orecchio

Cisti sebacee, osteomi e cheloidi possono formarsi nel canale auricolare occludendolo, causando ritenzione di cerume e ipoacusia trasmissiva. L'escissione è il trattamento di scelta per tutti i tumori benigni dell'orecchio.

I ceruminomi originano nel terzo esterno del canale auricolare. Questi tumori appaiono istologicamente benigni e non metastatizzano regionalmente o a distanza, ma sono localmente invasivi e potenzialmente distruttivi e devono essere escissi con ampi margini.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE