Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Pseudofollicolite della barba

Di

Wendy S. Levinbook

, MD, Hartford Dermatology Associates

Ultima modifica dei contenuti set 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Risorse sull’argomento

La pseudofollicolite della barba è un'irritazione cutanea dovuta ai peli che penetrano nella cute prima di uscire dal follicolo pilifero oppure escono dal follicolo e si piegano all'indietro, penetrando nella cute e causando una reazione da corpo estraneo.

La pseudofollicolite della barba colpisce prevalentemente gli uomini neri. Fra i fattori di rischio si trovano i capelli strettamente arricciati e alcune variazioni del gene della cheratina (KRT75, K6hf). Generalmente deriva dalla rasatura.

La pseudofollicolite della barba è più problematica intorno alla barba e al collo, da qui il termine "barbae", che si riferisce alla barba. Tuttavia, la pseudofollicolite può verificarsi ovunque i capelli siano rasati o strappati. Dà luogo a piccole papule e pustole che possono essere confuse con la follicolite batterica. Possono risultare esiti cicatriziali.

Diagnosi

  • Esame

La diagnosi di pseudofollicolite della barba si ottiene tramite l'esame obiettivo.

Trattamento

  • Cessazione della rasatura

  • Impacchi caldi, retrazione e rilascio delle punte dei peli incarniti

  • Farmaci topici o orali quando necessari per l'infiammazione e l'infezione secondaria

  • Talvolta asportazione dei follicoli peliferi

  • A volte prednisone

La rasatura deve essere interrotta fino alla scomparsa di tutte le lesioni infiammatorie. Le manifestazioni acute della pseudofollicolite della barba (p. es., papule e pustole) possono essere trattate con impacchi caldi e retrazione manuale delle punte dei peli incarniti con uno stuzzicadenti o un ago sterile per rilasciare i peli incastrati.

Idrocortisone topico 1% o antibiotici topici possono essere utilizzati per infiammazioni di lieve entità. Per infiammazioni da moderate a gravi possono essere utilizzate doxyciclina (50-100 mg 2 volte/die) o eritromicina orali (250-500 mg 4 volte/die, 333 mg 3 volte/die, 500 mg 2 volte/die).

L'applicazione locale di gel, crema o lozione alla tretinoina (acido retinoico), oppure crema di perossido di benzoile, è efficace nei casi lievi o moderati, ma può irritare la pelle.

L'applicazione topica di crema a base di eflornitina cloridrato può aiutare, rallentando la crescita dei peli, in modo che la rasatura possa essere eseguita meno frequentemente. In alternativa, si può lasciare che i peli crescano, dopodiché possono essere tagliati a una lunghezza di circa 0,5 cm.

I follicoli piliferi possono essere rimossi in modo permanente con l'elettrolisi o con il trattamento laser. Si possono anche utilizzare i depilatori chimici, perché la rimozione chimica dei peli non scatena la patologia; tuttavia, può irritare la pelle.

Un breve ciclo di prednisone può essere necessario per i casi resistenti.

Una volta che le lesioni sono chiare e i pazienti riprendono la rasatura, le tecniche della stessa devono essere ottimizzate.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come drenare un ematoma subungueale
Video
Come drenare un ematoma subungueale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE