Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Vulvite

Di

Oluwatosin Goje

, MD, MSCR, Cleveland Clinic, Lerner College of Medicine of Case Western Reserve University

Ultima revisione/verifica completa set 2019| Ultima modifica dei contenuti set 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

è una malattia infiammatoria della vulva. Se l’infiammazione interessa vulva e vagina, si parla di vulvovaginite.

La vulva è l’area che circonda l’orifizio vaginale e contiene gli organi genitali esterni femminili.

Organi genitali femminili esterni

Organi genitali femminili esterni

Cause

La vulvite può essere provocata da

  • reazioni allergiche a sostanze che entrano in contatto con la vulva (come saponi, schiume da bagno, tessuti e profumi)

  • patologie della cute (come la dermatite)

  • infezioni, tra cui le infezioni da lieviti e le malattie sessualmente trasmesse (come l’herpes)

  • infezioni con pidocchi pubici (un disturbo chiamato pediculosi pubica)

  • irritazione da urina o feci in caso di contatto prolungato con la vulva (come può accadere nelle donne incontinenti o allettate)

Il contatto con urina e feci talvolta provoca una vulvite continuativa (cronica).

Nelle bambine, le infezioni vaginali possono anche interessare la vulva. e possono essere causate da batteri provenienti dall’ano o da altri batteri.

Sintomi

La vulvite causa prurito, dolore e arrossamento. Raramente, le pieghe cutanee situate intorno all’orifizio della vagina e dell’uretra (labbra) aderiscono tra loro. Una vulvite cronica può determinare la comparsa di ulcere dolenti, squamose, ispessite o biancastre.

Diagnosi

  • Valutazione medica

Il medico esamina la vulva per verificare l’eventuale arrossamento, le alterazioni della cute e le secrezioni dalla vagina. Vengono inoltre poste alcune domande sulla secrezione (se presente), sulle possibili cause dei sintomi e sull’igiene.

Per controllare l’eventuale presenza di altre infezioni, il medico normalmente esegue un esame pelvico e, in caso di secrezioni, esamina queste ultime al microscopio. Il medico utilizza un tampone anche per prelevare un campione di liquido cervicale, per cercare le malattie sessualmente trasmesse.

Trattamento

  • Misure generali

  • Idrocortisone o creme a base di estrogeni

Per la vulvite possono essere tentati vari trattamenti, come:

  • evitare le sostanze che possano causare irritazione alla vulva

  • tenere la vulva pulita e asciutta

  • eseguire un semicupio con sostanze lenitive (per favorire il controllo del prurito)

  • applicare sulla vulva idrocortisone o creme a base di estrogeni

Se la vulvite cronica non risponde alla terapia, si esegue spesso una biopsia per accertarne la causa, che può essere un disturbo cutaneo della vulva (distrofie vulvari, come lichen sclerosus o iperplasia squamosa) oppure un tumore.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cerotto anticoncezionale
Video
Cerotto anticoncezionale
L’apparato riproduttivo femminile comprende utero, tube di Fallopio e ovaie. Le ovaie sono...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sindrome dell’ovaio policistico
Modello 3D
Sindrome dell’ovaio policistico

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE