Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Parto assistito

Di

Julie S. Moldenhauer

, MD, Children's Hospital of Philadelphia

Ultima revisione/verifica completa gen 2020| Ultima modifica dei contenuti gen 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Il parto assistito consiste nell’utilizzo di una ventosa ostetrica o di un forcipe.

Il forcipe è uno strumento chirurgico metallico con bordi arrotondati che si adattano intorno alla testa del feto. Di rado provoca ematomi al bambino o lacerazioni fra l’orifizio vaginale e l’ano della donna (perineo).

Il parto mediante ventosa ostetrica o forcipe può essere necessario nelle seguenti situazioni:

  • Sofferenza fetale

  • La donna è troppo stanca per spingere efficacemente

  • Travaglio prolungato

  • Presenza di un disturbo nella donna (ad esempio che interessa il cervello o il cuore) che sconsiglia l’esercizio di spinte vigorose

Uso del forcipe o della ventosa ostetrica

Per facilitare il parto possono essere impiegati il forcipe o la ventosa ostetrica. Il forcipe viene posizionato intorno alla testa del bambino. La ventosa ostetrica aderisce alla testa del neonato mediante aspirazione. Entrambi i dispositivi estraggono delicatamente il bambino mentre la donna spinge.

Uso del forcipe o della ventosa ostetrica
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Panoramica sulla disfunzione sessuale femminile
Quale dei seguenti antidepressivi può influire maggiormente sulla risposta sessuale nelle donne?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE