Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Introduzione al capitolo Vari disturbi nei lattanti e nei bambini piccoli

Di

Christopher P. Raab

, MD, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima revisione/verifica completa ago 2021| Ultima modifica dei contenuti ago 2021
per accedere alla Versione per i professionisti

Sono pochi i bambini che non sviluppano disturbi non gravi nei primi anni di vita. Sono comuni pianto Pianto Tutti i lattanti e i bambini piccoli utilizzano il pianto come forma di comunicazione, si tratta dell’unico mezzo a loro disposizione per esprimere un’esigenza. Pertanto la maggior parte degli... maggiori informazioni , problemi di alimentazione Disturbi alimentari I disturbi alimentari comuni sono reflusso gastroesofageo, gastroenterite, iperalimentazione, ipoalimentazione e disidratazione (perdita di liquidi). Alcuni disturbi alimentari si risolvono... maggiori informazioni , eruzioni cutanee Eruzioni cutanee nei bambini Un’eruzione cutanea è un cambiamento anomalo della struttura o del colore della pelle. Tra le cause note delle eruzioni cutanee vanno menzionate irritazione e infezioni batteriche, micotiche... maggiori informazioni Eruzioni cutanee nei bambini e occasionalmente febbre Febbre nei lattanti e nei bambini La temperatura corporea normale varia da un soggetto all’altro e nel corso della giornata (nel pomeriggio raggiunge il picco massimo). La temperatura corporea normale è più elevata nei bambini... maggiori informazioni Febbre nei lattanti e nei bambini . Questi problemi di salute diventano preoccupanti solo in casi estremi, come il pianto inconsolabile, una crescita non ottimale (Ritardo nella crescita Ritardo nella crescita Si definisce ritardo di crescita un ritardo dell’aumento di peso e della crescita fisica che può portare a ritardo di sviluppo e maturazione. Cause di questa condizione sono disturbi medici... maggiori informazioni ) o la febbre alta che non recede. La maggior parte dei disturbi non è grave.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
PARTE SUPERIORE