Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Neuroma del nervo acustico

(Acoustic Neurinoma; Vestibular Schwannoma; Eighth Nerve Tumor)

Di

Lawrence R. Lustig

, MD, Columbia University Medical Center and New York Presbyterian Hospital

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Un neuroma del nervo acustico (più correttamente noto come schwannoma vestibolare) è un tumore non canceroso (benigno) che origina nelle cellule che circondano il nervo vestibolare (cellule di Schwann).

Questi tumori si sviluppano nel nervo vestibolare (equilibrio), uno dei rami del nervo vestibolococleare (8º nervo cranico). L’altro ramo, il nervo cocleare (uditivo), trasporta i segnali sonori al cervello. I sintomi iniziali, man mano che il tumore cresce e comprime il nervo uditivo, includono una lenta perdita progressiva dell’udito in un orecchio (da cui il nome storico neuroma del nervo acustico).

Sintomi

I sintomi iniziali del neuroma del nervo acustico includono

  • Lenta perdita progressiva dell’udito da un orecchio

  • Rumore o ronzio nell’orecchio (tinnito)

  • Cefalea

  • Sensazione di pressione o tappo nell’orecchio

  • Otalgia

  • Mancanza di equilibrio o instabilità quando ci si gira rapidamente

Se il tumore diviene più grande e comprime altre parti dell’encefalo, come il nervo facciale (7º nervo cranico) o il trigemino (5º nervo cranico), possono comparire debolezza (paresi facciale) o dolore e intorpidimento del viso.

Diagnosi

  • Test dell’udito

  • Risonanza magnetica per immagini (RMI)

La diagnosi precoce di neuroma acustico si basa sulla risonanza magnetica per immagini (RMI) e sui test dell’udito. Viene innanzitutto condotto un audiogramma (test dell’udito). Le persone interessate da perdita dell’udito a un solo orecchio vengono quindi sottoposte a esami di diagnostica per immagini, come la RMI.

Possono essere condotti altri esami dell’udito, fra cui timpanometria (esami che indicano la qualità del suono che passa attraverso il timpano e l’orecchio medio) ed esami della risposta uditiva del tronco encefalico (misura degli impulsi nervosi nel tronco encefalico derivanti dai segnali sonori nelle orecchie).

Trattamento

  • Intervento chirurgico o radioterapia

I tumori di piccole dimensioni e non in crescita o che non causano sintomi non richiedono trattamento. I tumori che iniziano a crescere o a causare sintomi sono rimossi chirurgicamente o controllati mediante radioterapia. La chirurgia può avvenire tramite un microscopio (microchirurgia) per evitare di danneggiare il nervo facciale e, talvolta, è possibile salvare l’udito. La radioterapia può essere condotta usando una tecnica molto precisa (detta radioterapia stereotassica) rivolta solo al tumore. Se procedere all’intervento chirurgico o alla radioterapia stereotassica dipende da vari fattori, fra cui età, salute, entità della perdita uditiva e dimensioni del tumore.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE