Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Perforazione del timpano

Di

Richard T. Miyamoto

, MD, MS, Indiana University School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Una perforazione è un foro nel timpano.

  • Le perforazioni del timpano spesso sono causate da infezioni e traumi dell’orecchio medio.

  • La perforazione causa otalgia (mal d’orecchio) improvvisa, talora seguita da sanguinamento dall’orecchio, perdita dell’udito e percezione di rumori nell’orecchio.

  • I medici possono riscontrare la perforazione con un otoscopio.

  • In genere il timpano guarisce da sé, ma a volte è necessario ricorrere alla riparazione chirurgica.

Un’infezione dell’orecchio medio (otite media) è la causa non traumatica più comune di perforazione timpanica.

Il timpano può perforarsi anche a causa di un improvviso cambio di pressione:

  • un aumento della pressione, come quello provocato da un’esplosione, una sberla o da un’immersione sott’acqua

  • una diminuzione della pressione, come durante un volo aereo o in seguito una forte suzione del condotto uditivo

Gravi traumi cranici possono provocare una perforazione, in particolare in caso di fratture della base del cranio vicino all’orecchio.

La perforazione del timpano può essere anche dovuta all’introduzione di oggetti nell’orecchio, come un bastoncino cotonato, o l’ingresso accidentale di oggetti, come un rametto basso o una matita lanciata. Un oggetto che penetra attraverso il timpano può dislocare o fratturare la catena delle piccole ossa (ossicini) che lo collegano all’orecchio interno. I frammenti degli ossicini spezzati o l’oggetto stesso possono persino penetrare nell’orecchio interno. L’ostruzione di una tromba di Eustachio, il canale che collega l’orecchio medio alla regione retronasale, può causare una perforazione dovuta a un grave squilibrio della pressione (barotrauma). Si può verificare una perforazione quando i medici irrigano il condotto uditivo o rimuovono un corpo estraneo.

Sintomi

Un’infezione dell’orecchio medio (otite media) tanto grave da provocare perforazione di solito è parecchio dolorosa, a causa dell’accumulo di fluido infetto (pus). In tali casi, la perforazione consente il drenaggio del pus dall’orecchio, alleviando la pressione e il dolore.

La perforazione del timpano dovuta a un trauma causa un intenso dolore improvviso, talora seguito da sanguinamento dall’orecchio, perdita dell’udito e rumore nell’orecchio (tinnito). La perdita dell’udito è più grave se la catena degli ossicini è stata spezzata o se l’orecchio interno è stato lesionato. La lesione dell’orecchio interno può causare anche vertigini (falsa sensazione di movimento o rotazione). Può cominciare a fuoriuscire del pus dopo 24-48 ore, soprattutto se nell’orecchio medio è penetrata acqua o altri corpi estranei.

Diagnosi

  • Valutazione medica

La perforazione timpanica può essere diagnosticata dal medico guardando dentro l’orecchio con l’ausilio di uno speciale strumento definito otoscopio. Se possibile, vengono condotti test dell’udito formali prima e dopo il trattamento.

Trattamento

  • Antibiotici se necessario

  • Talvolta, intervento chirurgico

L’orecchio viene mantenuto asciutto. Di solito, non è necessario un trattamento specifico per la perforazione del timpano, a meno che la lesione non sia stata causata da un oggetto sporco o se attraverso la perforazione possano essere entrati agenti contaminanti. In tali casi, i medici prescrivono gocce auricolari o un antibiotico assunto per via orale. Gli antibiotici possono essere usati anche in caso di infezione.

Normalmente il timpano guarisce senza ulteriori trattamenti, ma se ciò non avviene entro 2 mesi, può essere necessario un intervento chirurgico di riparazione (timpanoplastica). I soggetti con una lesione grave, soprattutto accompagnata da un’evidente perdita dell’udito, da gravi vertigini, o da entrambi, possono aver bisogno di un intervento chirurgico più immediato. Se la perforazione non viene riparata, il soggetto può sviluppare un’infezione asintomatica (otite media suppurativa cronica) nell’orecchio medio.

Una sordità di conduzione persistente (perdita dell’udito che si verifica quando il suono è bloccato e non riesce a raggiungere le strutture sensoriali dell’orecchio interno) successiva alla perforazione del timpano indica rottura o fissazione degli ossicini, riparabili chirurgicamente. Una sordità neurosensoriale (un problema di impulsi nervosi trasportati dall’orecchio al cervello) o vertigini che persistono per più di qualche ora dopo la lesione possono indicare che qualcosa ha danneggiato l’orecchio interno o vi è penetrato.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE