Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Minzione, dolore o bruciore alla

(Disuria)

Di

Anuja P. Shah

, MD, David Geffen School of Medicine at UCLA

Ultima revisione/verifica completa set 2019| Ultima modifica dei contenuti set 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Sull’orifizio vescicale o, meno frequentemente, sopra la vescica (nella pelvi, la parte inferiore dell’addome appena al di sopra dell’osso pubico) è possibile avvertire bruciore o dolore durante la minzione. Il bruciore o il dolore durante la minzione è un sintomo estremamente comune nelle donne, ma può colpire anche gli uomini di qualsiasi età.

Cause del dolore o bruciore alla minzione

Il bruciore o il dolore durante la minzione è generalmente causato dall’infiammazione dell’uretra o della vescica. Nelle donne, l’infiammazione della vagina o della regione attorno all’orifizio vaginale (vulvovaginite Vulvite è una malattia infiammatoria della vulva. Se l’infiammazione interessa vulva e vagina, si parla di vulvovaginite. La vulva è l’area che circonda l’orifizio vaginale e contiene gli organi genitali... maggiori informazioni ) può diventare dolorosa al passaggio dell’urina. L’infiammazione che dà luogo a bruciore o dolore è generalmente causata da infezione, ma talvolta da condizioni non infettive.

Cause comuni

Valutazione del dolore o bruciore alla minzione

Non tutti quelli che lamentano dolore o bruciore durante la minzione devono consultare un medico immediatamente. Le informazioni riportate di seguito possono essere utili per decidere con che tempistica consultare un medico e cosa aspettarsi durante la visita.

Segnali d’allarme

Nei soggetti che lamentino bruciore o dolore durante la minzione, sono particolari sintomi e caratteristiche a destare preoccupazione. Tra questi troviamo:

  • Febbre

  • Dolore alla schiena o al fianco

  • Anamnesi di inserimento recente di catetere vescicale o altro dispositivo

  • Disturbi del sistema immunitario

  • Recidive (incluse le infezioni frequenti dei bambini)

  • Un’anomalia nota delle vie urinarie

Quando rivolgersi a un medico

I soggetti affetti da disturbi del sistema immunitario e le donne in gravidanza che presentino segnali di allarme devono consultare un medico nello stesso giorno (o alla mattina, se i sintomi si sviluppano durante la notte) poiché in queste categorie di persone le infezioni delle vie urinarie possono rappresentare un rischio. Altri soggetti che presentino segnali di allarme dovrebbero consultare un medico entro un paio di giorni al massimo, così come le persone con sintomi molto fastidiosi. In caso di assenza di segnali di allarme e sintomi lievi, un ritardo di 2 o 3 giorni non costituisce un pericolo.

Le donne che soffrono di infezioni della vescica potrebbero avere sintomi con caratteristiche tali da consentire di riconoscere un episodio.

Come si comporta il medico

Innanzitutto, il medico porrà domande relative ai sintomi e all’anamnesi medica del soggetto, quindi condurrà un esame obiettivo. In base ai risultati dell’esame obiettivo e dell’anamnesi, il medico sarà il più delle volte in grado di suggerire una causa per il bruciore e il dolore e gli esami eventualmente da effettuare (vedere la tabella Alcune cause e caratteristiche del dolore alla minzione Alcune cause e caratteristiche del dolore alla minzione Sull’orifizio vescicale o, meno frequentemente, sopra la vescica (nella pelvi, la parte inferiore dell’addome appena al di sopra dell’osso pubico) è possibile avvertire bruciore o dolore durante... maggiori informazioni ).

Il medico potrebbe chiedere se sintomi simili si sono verificati in passato. Il medico pone domande su eventuali sintomi che accompagnino il dolore e suggerisce la possibile causa. Ad esempio, il medico può domandare se

  • L’urina contiene sangue, è opaca o maleodorante

  • Sono presenti secrezioni

  • Il soggetto ha avuto di recente rapporti sessuali non protetti

  • Sono state applicate sostanze potenzialmente irritanti ai genitali

  • Di recente è stato inserito un catetere vescicale o se le vie urinarie sono state sottoposte a un’altra procedura

Alle donne viene chiesto se vi è la possibilità che siano in gravidanza.

Nelle donne, l’esame obiettivo prevede di norma un esame della pelvi e il prelievo di campioni di liquido cervicale e vaginale alla ricerca di MST. Negli uomini, il pene viene esaminato alla ricerca di secrezioni e il medico esegue un’esplorazione digito-rettale per esaminare la prostata.

Talvolta il medico potrebbe intravedere la causa in base alla localizzazione dei sintomi più gravi. Se, ad esempio, i sintomi sono più marcati subito sopra l’osso pubico, la causa potrebbe essere rappresentata da un’infezione della vescica. Se i sintomi sono più gravi a livello dell’orifizio uretrale, potrebbe esservi uretrite. Le secrezioni del pene negli uomini sono spesso causate da uretrite Uretrite Si definisce uretrite l’infezione dell’uretra, il dotto che trasporta l’urina dalla vescica all’esterno del corpo. I batteri, inclusi quelli sessualmente trasmesse, sono la causa più comune... maggiori informazioni . Se il bruciore è avvertito principalmente nella vagina e sono presenti secrezioni, potrebbe esservi vaginite Vulvite è una malattia infiammatoria della vulva. Se l’infiammazione interessa vulva e vagina, si parla di vulvovaginite. La vulva è l’area che circonda l’orifizio vaginale e contiene gli organi genitali... maggiori informazioni . Le secrezioni provenienti dalla cervice uterina indicano la presenza di cervicite.

Tabella
icon

Esami

I medici non sono sempre concordi sulla necessità di eseguire alcuni esami su determinati tipi di donne adulte che presentino sintomi indicanti un’infezione della vescica Infezione della vescica La cistite è l’infezione della vescica. Generalmente la cistite è di origine batterica. I sintomi più comuni sono un bisogno frequente di urinare e dolore o bruciore alla minzione. Il medico... maggiori informazioni Infezione della vescica . Alcuni medici eseguono esami delle urine, mentre altri procedono senza eseguire alcun test. I medici di norma effettuano esami quando la diagnosi non è chiara. Il primo esame normalmente indicato è l’analisi delle urine. In molti casi, i medici effettuano anche urinocoltura per identificare gli organismi causa di infezione e per determinare gli antibiotici eventualmente efficaci. Per le donne in età fertile per cui non sia accertata una gravidanza viene eseguito un test di gravidanza. Spesso vengono eseguiti esami per accertare la presenza di MST, ad esempio negli uomini che presentino secrezioni dal pene e nelle donne con perdite vaginali.

Potrebbe essere necessario eseguire una cistoscopia e un esame di diagnostica per immagini delle vie urinarie per controllare l’eventuale presenza di anomalie anatomiche o altri problemi, in particolare qualora gli antibiotici si siano rivelati inefficaci. I soggetti di sesso maschile, i soggetti anziani o le donne in gravidanza possono necessitare di maggiore attenzione e ulteriori esami.

Trattamento del dolore o bruciore alla minzione

Viene trattata la causa. Spesso la causa è un’infezione e gli antibiotici possono porvi rimedio entro un paio di giorni. In caso di dolore intenso, il medico potrebbe somministrare fenazopiridina per un giorno o due per alleviare i disturbi, in attesa dell’azione degli antibiotici. La fenazopiridina infonde un colore rosso-arancio all’urina e può macchiare la biancheria intima.

Informazioni principali sul dolore o bruciore alla minzione

  • Sebbene una causa frequente sia rappresentata dalle infezioni della vescica, molti altri disturbi possono causare dolore alla minzione.

  • Il bruciore o il dolore alla minzione può essere un segno di MST.

  • Il medico potrebbe avviare una terapia antibiotica nelle donne e vedere se i sintomi migliorano, invece di eseguire un esame.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Nefrite tubulointerstiziale
I reni contengono tubuli, che sono strutture dei reni coinvolte nel filtraggio dei fluidi. La nefrite tubulointerstiziale è un’infiammazione che interessa i tubuli e i tessuti che li circondano, chiamati “tessuto interstiziale”. L’insorgenza della nefrite tubulointerstiziale può essere acuta (improvvisa) o cronica (graduale) e spesso causa insufficienza renale. Quale delle seguenti è la causa più comune di nefrite tubulointerstiziale acuta?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE