Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Introduzione all’ipersensibilità e alle malattie infiammatorie della pelle

Di

Julia Benedetti

, MD, Harvard Medical School

Ultima revisione/verifica completa set 2020| Ultima modifica dei contenuti set 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Il sistema immunitario riveste un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute di tutti i tessuti corporei. Il sistema immunitario reagisce agli invasori, come microrganismi, corpi estranei o cellule tumorali, e provoca infiammazione per attaccare questi invasori. In genere, la reazione del sistema immunitario protegge l’organismo e aiuta la guarigione. A volte, tuttavia, una reazione immunitaria può dirigersi erroneamente a tessuti sani, causando infiammazione e danni intensi. Le malattie cutanee da ipersensibilità (allergiche) e infiammatorie sono causate da reazioni del sistema immunitario che riguardano la cute. Questi disturbi includono:

La cute può essere coinvolta in una serie di reazioni immunitarie, molte delle quali causano un’eruzione cutanea. Il termine “eruzione” si riferisce a variazioni cromatiche (come arrossamento) e/o dell’aspetto della cute (come comparsa di escrescenze o gonfiore). Molte eruzioni causano prurito, come quelle che spesso compaiono dopo una reazione allergica (ipersensibilità), ma alcune sono dolorose oppure asintomatiche. Talvolta, una reazione immunitaria è scatenata dal contatto o dall’ingestione di alcune sostanze oppure da un farmaco assunto, ma molto spesso il medico non conosce la causa che spinge il sistema immunitario a reagire e provocare l’eruzione cutanea (eritema).

Alcune eruzioni cutanee si manifestano prevalentemente nei bambini, mentre altre si presentano quasi sempre negli adulti.

La diagnosi della maggior parte delle eruzioni cutanee da ipersensibilità si basa sul loro aspetto. La causa di un’eruzione cutanea spesso non può essere determinata mediante le analisi del sangue, quindi queste in genere non vengono eseguite. Tuttavia, in caso di eruzioni cutanee persistenti, specialmente quelle che non rispondono al trattamento, il medico può decidere di eseguire una biopsia cutanea, durante la quale un piccolo lembo della pelle interessata viene asportato con un bisturi per esaminarlo al microscopio. Inoltre, se il medico sospetta che la causa sia una dermatite da contatto, può eseguire dei patch test.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE