Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
Tomografia a emissione di positroni-tomografia computerizzata (PET-TC)
Tomografia a emissione di positroni-tomografia computerizzata (PET-TC)
Tomografia a emissione di positroni-tomografia computerizzata (PET-TC)

Un apparecchio per PET-TC coniuga le capacità della PET e della TC in un’unica macchina per individuare i tessuti anomali e le relative sedi. Tuttavia, gli scanner standard del passato spesso non rivelavano le lesioni di piccole dimensioni a causa del movimento causato dal ciclo respiratorio, dal battito cardiaco o dagli spostamenti del paziente.

Una nuova tecnologia consente a uno scanner PET-TC di individuare le lesioni fino a 2,0 mm e di delineare meglio i contorni, trovando così prima il tessuto canceroso e risparmiando il tessuto vitale dall’esposizione alle radiazioni. Questi scanner hanno anche capacità di filtrare la respirazione, aggiungendo dettagli e schiarendo le aree soggette a movimento, come il cuore e i polmoni.

Durante questa procedura, il paziente riceve innanzitutto un’iniezione di radiofarmaco che impiegherà da 60 a 90 minuti circa per distribuirsi in tutto il corpo.

Il paziente poi si sdraia su un lettino che si muove lentamente attraverso uno scanner di forma circolare man mano che acquisisce le informazioni necessarie a generare le immagini PET e TC. Il paziente non dovrebbe sentire nulla durante la scansione, che può durare da 15 a 60 minuti.

La piattaforma fissa dello scanner consente ai medici di individuare accuratamente più lesioni di piccole dimensioni nelle aree interessate dal movimento. Il medico può analizzare queste immagini dettagliate dopo il completamento dell’esame. Inoltre, lo scanner è dotato di un software che memorizza e sovrappone le lesioni in modo da individuare le differenze fra una visita e l’altra.