Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
Potenziali problemi dell’alimentazione con sondino

Potenziali problemi dell’alimentazione con sondino

Problema

Possibili effetti

Commenti

Correlati al sondino

Presenza del sondino nel naso o nella bocca

Fastidio

Danni al naso, alla gola o all’esofago

Un sondino nel naso o nella bocca, in particolare se di grandi dimensioni, può irritare i tessuti, causando dolore e talvolta sanguinamento. In questi casi, generalmente il sondino viene rimosso e si prosegue l’alimentazione con un tipo diverso di sondino di alimentazione.

Si può verificare l’ostruzione dei seni paranasali che aumenta la probabilità di infezioni.

Posizionamento scorretto del sondino inserito attraverso il naso o la bocca

Danni all’area interessata

Tosse e conati di vomito

Raramente, può accadere che il sondino inserito nel naso o nella bocca scenda nelle vie aeree invece che nell’esofago e, di conseguenza, il cibo può entrare nei polmoni. Quando il sondino viene posizionato nelle vie aeree, i soggetti coscienti e vigili manifestano tosse e conati di vomito.

Sostituzione scorretta del sondino collocato direttamente nello stomaco o nell’intestino

Se si sposta dalla propria posizione, il sondino deve essere rimosso e posizionato di nuovo. Se il sondino era stato originariamente inserito direttamente nello stomaco o nell’intestino, il suo reinserimento è più difficile e il sondino potrebbe essere posto al di fuori dell’apparato digerente, quindi il cibo può entrare nello spazio intorno agli organi addominali (cavità addominale). Di conseguenza, la membrana che riveste tale spazio può infettarsi: tale infezione grave prende il nome di peritonite.

Ostruzione di un sondino

Alimentazione inadeguata

Formulazioni dense o pillole possono ostruire un sondino. A volte, è possibile risolvere l’ostruzione aggiungendo determinati enzimi o sostanze formulate per la scomposizione del cibo.

Espulsione accidentale di un sondino

Alimentazione inadeguata

Spesso il sondino viene espulso accidentalmente. Se il sondino è ancora necessario per la nutrizione, deve essere sostituito.

Correlati alla formulazione

Intolleranza alla formulazione

Diarrea, disturbi digestivi, nausea e vomito

La formulazione causa sintomi digestivi intollerabili in un numero di persone che può arrivare al 20% dei soggetti alimentati attraverso un sondino e nel 50% di quelli con una malattia grave. Tali sintomi sono più comuni quando l’alimentazione viene somministrata in grandi quantità (dette boli) diverse volte al giorno piuttosto che continuativamente in un periodo di tempo prolungato.

Diarrea

Frequenti feci morbide

Molte formulazioni utilizzate nell’alimentazione con sondino contengono sorbitolo che può provocare o peggiorare la diarrea. Quando si verifica la diarrea, molti nutrienti attraversano l’apparato digerente senza essere assorbiti.

Squilibrio dei nutrienti

Livelli ematici di zucchero estremamente alti (iperglicemia)

Eccessiva quantità di liquidi nell’organismo (sovraccarico di volume)

Il medico misura regolarmente il peso (per escludere la presenza di una quantità eccessiva di acqua) e i livelli di elettroliti, zucchero e altre sostanze nel sangue, per poi adeguare la formulazione come opportuno.

Altri

Flusso retrogrado del contenuto gastrico nell’esofago (reflusso)

Eccesso di secrezioni nella bocca e nella gola

Inalazione (aspirazione) della formulazione nei polmoni, che causa tosse e soffocamento, e aumenta il rischio di infezioni

Se i soggetti presentano uno qualunque di questi problemi, possono inalare la formula nei polmoni anche se il sondino è posizionato correttamente e la testata del letto è sollevata.