Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
In caso di ferite: a chi serve l’iniezione antitetanica?

In caso di ferite: a chi serve l’iniezione antitetanica?

Numero di vaccinazioni pregresse

Ferite pulite, minori

Ferite profonde o sporche*

Ignoto o inferiore a tre†

Vaccino antitetanico associato a immunoglobulina antitetanica

Almeno tre§

Vaccino antitetanico‡, se sono trascorsi oltre 10 anni dall’ultima dose

Vaccino antitetanico‡, se sono trascorsi oltre 5 anni dall’ultima dose

* Includono le ferite contaminate da sporcizia, feci, terriccio o saliva, nonché quelle da puntura, con perdita di tessuto, penetranti o da schiacciamento, e le lesioni dovute a ustioni e congelamento.

† Ai soggetti che non hanno ricevuto il numero raccomandato di dosi di vaccino antitetanico si consiglia di farsi vaccinare (recupero vaccinale).

‡ Il tipo di vaccino antitetanico da usare dipende dall’età del soggetto; per soggetti di età uguale o superiore ai sette anni si utilizza il vaccino contenente tossoidi contro il tetano e la difterite (Td). Per gli adulti che non hanno mai ricevuto il vaccino antitetanico, antidifterico e acellulare contro la pertosse (dTpa), questo è preferibile al vaccino Td. Per i bambini di età inferiore ai sette anni, si utilizza il vaccino trivalente antidifterico, antitetanico e acellulare contro la pertosse (DTPa). Ai bambini che non possono ricevere il vaccino contro la pertosse (per esempio quelli che soffrono di convulsioni o di altri disturbi cerebrali o neurologici) viene somministrato il vaccino antidifterico e antitetanico (DT).

§ Se sono state somministrate solo tre dosi di vaccino antitetanico, deve esserne somministrata una quarta.