Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
Alcune cause e caratteristiche della vista offuscata

Alcune cause e caratteristiche della vista offuscata

Causa

Caratteristiche comuni*

Diagnosi†

Opacizzazione delle strutture oculari normalmente trasparenti

Sintomi che insorgono gradualmente

Perdita della capacità di distinguere tra luce e oscurità (perdita del contrasto) e bagliore (visione di aloni e stelle intorno alle luci)

Spesso in soggetti con fattori di rischio (come anzianità o uso di corticosteroidi)

Visita medica

Cicatrizzazione della cornea dopo un trauma o un’infezione

Di solito in soggetti con trauma o infezione pregressa

Visita medica

Patologie che interessano la retina

Di solito sintomi che insorgono gradualmente

Perdita maggiore della vista centrale (ciò che si vede davanti a sé) rispetto a quella periferica (ciò che si vede negli angoli dell’occhio)

Talvolta, un esame di diagnostica per immagini oculare

Infezione della retina (per esempio causata da citomegalovirus o parassiti come Toxoplasma)

Di solito, in soggetti con infezione da HIV o un’altra patologia che indebolisce il sistema immunitario

Spesso arrossamento o dolore unilaterale

Esami per cercare gli organismi che si sospetta causino l’infezione

Sintomi che insorgono gradualmente

Principalmente cecità notturna

Esami specialistici (come la misurazione della risposta della retina alla luce in varie condizioni) eseguiti da un oftalmologo

Retinopatia (danno della retina) associata a un disturbo sistemico come ipertensione arteriosa Ipertensione arteriosa Una pressione arteriosa alta (ipertensione) è una pressione delle arterie persistentemente alta. Spesso non è riconducibile a una causa precisa, ma, a volte, origina da una patologia sottostante... maggiori informazioni Ipertensione arteriosa (vedere retinopatia ipertensiva Retinopatia ipertensiva La retinopatia ipertensiva è il danno della retina (la membrana trasparente, sensibile alla luce presente sul fondo oculare) causato da ipertensione arteriosa. Quando la pressione arteriosa... maggiori informazioni ), lupus eritematoso sistemico (lupus Lupus eritematoso sistemico (LES) Il lupus eritematoso sistemico è una malattia infiammatoria cronica autoimmune del tessuto connettivo che può colpire articolazioni, reni, cute, mucose e pareti dei vasi sanguigni. Possono svilupparsi... maggiori informazioni Lupus eritematoso sistemico (LES) ), diabete Diabete mellito (DM) Il diabete mellito è una malattia in cui l’organismo non produce sufficiente insulina o non risponde normalmente all’insulina, causando livelli eccessivamente elevati di zucchero (glucosio)... maggiori informazioni (vedere retinopatia diabetica Retinopatia diabetica La retinopatia diabetica è il danno della retina (la membrana trasparente, sensibile alla luce presente sul fondo oculare) causato dal diabete. I vasi nella retina possono perdere sangue e liquido... maggiori informazioni Retinopatia diabetica ), macroglobulinemia di Waldenström Macroglobulinemia La macroglobulinemia è un tumore delle plasmacellule in cui un solo clone di plasmacellule produce quantità eccessive di un tipo di anticorpo di grandi dimensioni (IgM), denominato macroglobulina... maggiori informazioni e mieloma multiplo Mieloma multiplo Il mieloma multiplo è un tumore delle plasmacellule, che si moltiplicano senza controllo nel midollo osseo e talora in altre parti del corpo. I soggetti spesso presentano dolore osseo e fratture... maggiori informazioni Mieloma multiplo o altre patologie che causano ispessimento del sangue (sindrome da iperviscosità)

Frequente in soggetti notoriamente affetti da tali malattie

Di solito, altri sintomi oltre alla perdita della vista

Esami rivolti ai disturbi che si pensano essere la causa della retinopatia

Fattori di rischio (ad esempio retinopatia diabetica, uveite, distacco retinico o lesione oculare) Visione offuscata o distorta (ad es. linee dritte che appaiono ondulate)

Oftalmoscopia (impiego di uno strumento per guardare all'interno dell'occhio in modo indolore)

Forame maculare

Visione annebbiata inizialmente nella vista dritta

Oftalmoscopia (impiego di uno strumento per guardare all'interno dell'occhio in modo indolore)

Tomografia a coerenza ottica (tecnica di diagnostica per immagini specializzata del fondo oculare)

Fattori di rischio (ad esempio ipertensione, età, glaucoma) Perdita della vista senza dolore (in genere improvvisa) A volte, vista offuscata

Oftalmoscopia (impiego di uno strumento per guardare all'interno dell'occhio in modo indolore)

Talvolta, fluoroangiografia (mediante l'impiego di un mezzo di contrasto fluorescente per acquisire immagini del fondo oculare)

A volte, tomografia a coerenza ottica (tecniche di diagnostica per immagini specializzate del fondo oculare)

Disturbi che interessano il nervo ottico o le sue connessioni nel cervello

Inciampare sui gradini e non vedere parti di parole scritte o stampate

Misurazione della pressione interna all’occhio (tonometria), esame degli angoli tra le strutture oculari come la cornea e l’iride (gonioscopia) e valutazione del nervo ottico, eseguiti da un oftalmologo

Di solito dolore lieve che può peggiorare con il movimento di uno (frequente) o entrambi gli occhi

Perdita della vista parziale o completa

Sintomi che possono aggravarsi nel giro di alcune ore o qualche giorno

Nessun effetto su palpebre e cornea

Spesso RMI con mezzo di contrasto

Disturbi che interessano la messa a fuoco

Nitidezza della vista (acuità visiva) che varia con la distanza dagli oggetti

Acuità ridotta che può essere corretta usando occhiali o un dispositivo con foro

Valutazioni della rifrazione eseguite da un optometrista o un oftalmologo

* Le caratteristiche includono i sintomi e gli esiti della visita medica. Le caratteristiche citate sono tipiche, ma non sempre presenti.

† Sebbene si proceda sempre alla visita medica, in questa colonna viene menzionato solo se la diagnosi può essere formulata esclusivamente attraverso la visita medica, senza dover ricorrere ad eventuali esami.

HIV = virus dell’immunodeficienza umana; RMI = risonanza magnetica per immagini.