Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
Farmaci utilizzati per il trattamento della tubercolosi

Farmaci utilizzati per il trattamento della tubercolosi

Farmaco

Somministrazione

Effetti collaterali

Farmaci di prima linea*

Isoniazide

Per via orale

Danni epatici in 1 persona su 1.000, con conseguente comparsa di affaticamento, perdita di appetito, nausea, vomito e ittero

Talvolta, intorpidimento degli arti (neuropatia periferica)

Rifampicina (e i farmaci correlati rifabutina e rifapentina)

Per via orale

Danni epatici, in particolare quando la rifampicina viene abbinata all’isoniazide (ma gli effetti collaterali scompaiono quando l’assunzione del farmaco viene interrotta)

Anomala colorazione rosso-arancio di urina, lacrime e sudore

Raramente bassa conta di globuli bianchi o piastrine

Pirazinamide

Per via orale

Danni epatici, disturbi digestivi e talvolta gotta

Etambutolo

Per via orale

A volte, offuscamento della vista e riduzione della percezione dei colori (perché il farmaco colpisce il nervo ottico)

Farmaci di seconda linea

Aminoglicosidi, come la streptomicina, l’amikacina e la kanamicina

Per iniezione intramuscolare

Danno renale, vertigini, perdita dell’udito (dovuto al danneggiamento dei nervi dell’orecchio interno), eruzione cutanea e febbre

Fluorochinoloni, come la levofloxacina e la moxifloxacina

Per via orale

Infiammazione o rottura dei tendini

Nervosismo, tremori e convulsioni

Capreomicina

Per iniezione intramuscolare

Gli effetti collaterali sono simili a quelli degli aminoglicosidi (ma la capreomicina viene spesso tollerata meglio se il trattamento è necessario per lungo tempo)

*I farmaci di prima linea sono di solito la prima scelta per il trattamento.

I farmaci di seconda linea vengono generalmente impiegati quando i batteri che causano la tubercolosi sono diventati resistenti ai farmaci di prima linea o quando il soggetto non è in grado di tollerare uno dei farmaci di prima linea.