Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
Modalità di sviluppo dell’aterosclerosi
CVS_atherosclerosis_b_it
Modalità di sviluppo dell’aterosclerosi

    La parete di un’arteria è composta da vari strati. Il rivestimento o strato interno (endotelio) è solitamente liscio e integro. L’aterosclerosi inizia quando si verificano delle lesioni o alterazioni di questo rivestimento. Allora alcuni globuli bianchi, detti monociti e cellule T, vengono attivati ed escono dal torrente sanguigno dirigendosi attraverso l’endotelio nella parete arteriosa. A tale livello queste cellule si trasformano in cellule schiumose, cioè in cellule che raccolgono le sostanze grasse, soprattutto il colesterolo.

    Con il tempo, le cellule muscolari lisce migrano, dallo strato medio della parete arteriosa, nell’endotelio dove si moltiplicano. Qui si accumulano anche tessuto connettivo ed elastico, detriti cellulari, cristalli di colesterolo, e calcio. Questo accumulo di cellule cariche di grasso, cellule muscolari lisce e di altri materiali, forma un deposito irregolare chiamato ateroma o placca aterosclerotica. Aumentando di dimensioni, gli ateromi causano un ispessimento della parete dell’arteria e sporgono nel suo lume. Gli ateromi possono restringere o ostruire un’arteria, riducendo o interrompendo il flusso sanguigno. Altre placche non provocano un’ostruzione estesa dell’arteria, ma possono aprirsi, inducendo una formazione trombotica che, all’improvviso, ostruisce l’arteria.

In questi argomenti
Aterosclerosi