honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Fornitori di assistenza sanitaria: operatori sanitari

Di

Debra Bakerjian

, PhD, APRN, Betty Irene Moore School of Nursing, UC Davis

Ultima revisione/verifica completa lug 2020| Ultima modifica dei contenuti lug 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Poiché i pazienti, in particolare gli anziani, hanno esigenze diverse, spesso hanno bisogno di vedere vari tipi di operatori sanitari con competenze corrispondenti alle proprie esigenze. Tale tipo di assistenza sanitaria viene definita plurispecialistica. Comprendere le aree di competenza di ogni operatore sanitario può aiutare i pazienti a fare un uso migliore delle risorse a loro disposizione.

Medici

I pazienti anziani possono farsi assistere da diversi tipi di medici: medici di base, internisti generali, specialisti in determinati settori, come i disturbi cardiaci (cardiologi) o il cancro (oncologi), nonché chirurghi. A volte internisti generali e vari specialisti lavorano insieme in uno studio associato. Uno studio associato facilita i rinvii dei pazienti e la comunicazione tra i medici; inoltre, i pazienti non hanno bisogno di spostarsi in molti luoghi diversi.

I geriatri sono medici, di solito internisti o medici di base, appositamente specializzati nella cura delle persone anziane. Un geriatra può essere il medico di base principale o può essere interpellato per un breve periodo di tempo per un consulto. I geriatri sono specializzati nella gestione di molti disturbi e problemi alla volta. Si concentrano sull’ottimizzazione delle funzioni e sulla qualità della vita, così come sulla gestione di condizioni croniche, anziché tentare di curarle. Hanno studiato i modi in cui l’organismo cambia con l’invecchiamento, affinché possano meglio distinguere quando un sintomo è attribuibile a un disturbo anziché all’invecchiamento stesso. Valutano i pazienti anziani sotto l’aspetto delle esigenze sociali ed emotive, nonché dei bisogni fisici. Possono inoltre aiutare i pazienti anziani a vivere nel modo più indipendente possibile. Tra i pazienti con maggiori probabilità di trarre beneficio dall’assistenza di un geriatra si annoverano coloro che:

  • Sono molto fragili

  • Presentano molti disturbi

  • Necessitano di rivolgersi a diversi tipi di operatori sanitari

  • Assumono molti farmaci e hanno maggiori probabilità di manifestare effetti collaterali

Infermieri

Gli infermieri possono lavorare in studi medici privati, ospedali, centri di riabilitazione, strutture di assistenza a lungo termine o centri per anziani, oppure prestare i propri servizi di assistenza presso il domicilio del paziente. Gli infermieri possono aiutare a coordinare l’assistenza sanitaria comunicando le informazioni ai diversi operatori sanitari coinvolti, al paziente e ai suoi familiari. Inoltre, sono spesso più facilmente disponibili per rispondere alle domande che i pazienti anziani possono avere sui propri disturbi o sul proprio trattamento. Gli infermieri possono insegnare ai pazienti anziani le misure per aiutare a mantenersi in buona salute, come la dieta, la sicurezza, la gestione dello stress, il sonno e l’esercizio fisico. Altre funzioni comprendono il controllo dei segni vitali (pressione arteriosa, polso e temperatura), il prelievo di campioni di sangue, la somministrazione dei trattamenti e l’insegnamento dei modi per prendersi cura di sé stessi. Gli infermieri possono porre domande sulla salute del paziente (per l’anamnesi medica) e sulla situazione familiare.

L’operatore socio-sanitario (OSS) spesso fornisce la maggior parte dei servizi sanitari di un paziente anziano. L’OSS supervisiona l’assistenza sanitaria fornita dall’operatore socio-assistenziale (OSA) e dall’aiuto infermiere. L’OSS ha ricevuto una formazione per condurre un esame obiettivo e per verificare i cambiamenti nel paziente che devono essere valutati da un medico. Può inoltre somministrare i farmaci al paziente, secondo la prescrizione di un medico. L’OSA può svolgere molte mansioni, ma sempre sotto la supervisione di un OSS. Gli infermieri possono conseguire una formazione avanzata nelle aree di specializzazione. Quelli che hanno conseguito una formazione avanzata nell’assistenza sanitaria di pazienti anziani sono definiti infermieri professionali specializzati in area geriatrica.

Infermiere professionale

L’infermiere professionale è un operatore socio-sanitario che ha ricevuto una formazione supplementare nella diagnosi e nel trattamento. Pertanto, l’infermiere professionale ha maggiori responsabilità rispetto all’OSS. Può scrivere le prescrizioni e richiedere gli esami per il paziente. Alcuni infermieri professionali, chiamati infermieri professionali specializzati in gerontologia, sono appositamente qualificati per l’assistenza sanitaria degli anziani. Gli infermieri professionali che svolgono assistenza domestica ricevono inoltre una formazione nell’assistenza degli anziani, tuttavia non al livello degli infermieri professionali specializzati in gerontologia.

Assistente medico (AM)

L’assistente medico (AM) svolge alcune delle stesse mansioni spettanti a medici e infermieri professionali, ma sempre sotto la supervisione di un medico. Tra le sue mansioni figura quanto segue.

  • Porre domande sulla salute del paziente (per l’anamnesi medica)

  • Condurre esami obiettivi

  • Richiedere esami diagnostici

  • Aiutare i medici a sviluppare piani terapeutici

  • Assistere durante la chirurgia

  • Svolgere mansioni di routine, come la somministrazione di iniezioni e la sutura di ferite

  • Fornire indicazioni ai pazienti su come seguire il piano terapeutico e prendersi cura di sé stessi (ad esempio, indicazioni per una dieta sana e per praticare l’esercizio fisico)

L’AM lavora per lo più in contesti sanitari, incluse le strutture di assistenza a lungo termine. Può inoltre fornire assistenza sanitaria presso il domicilio del paziente. Alcuni AM sono specializzati nel trattamento di pazienti anziani.

Farmacisti

Oltre a dispensare farmaci, i farmacisti valutano le prescrizioni per accertarsi che vengano utilizzati i farmaci appropriati. Possono effettuare controlli per assicurarsi che i pazienti anziani non stiano assumendo farmaci che comportino rischi particolari per la loro persona. Si accertano inoltre che le indicazioni siano chiare e includano informazioni sulle modalità e sulla frequenza di utilizzo di un farmaco. Monitorano le prescrizioni e le ripetizioni delle prescrizioni di un paziente. In questo modo, possono verificare la presenza di interazioni tra farmaci.

Alcuni farmacisti sono specializzati nell’assistenza ai pazienti anziani. A volte sono chiamati farmacisti consulenti (per la cura degli anziani). Spesso lavorano in case di cura. Essi forniscono ad altri operatori sanitari informazioni su come utilizzare i farmaci in modo appropriato nei pazienti anziani.

Dietologi

I dietologi valutano il grado di soddisfazione delle esigenze nutrizionali. Quando tali esigenze non vengono soddisfatte, forniscono specifiche raccomandazioni su quali alimenti scegliere e su come prepararli. Circa 1 anziano su 6 è malnutrito. Molti anziani possono beneficiare dell’assistenza di un dietologo.

Terapisti

Possono essere necessari diversi terapisti, a seconda dei disturbi o delle problematiche di un paziente.

I fisioterapisti valutano e trattano i pazienti che hanno difficoltà funzionali, ad esempio, difficoltà a deambulare, cambiare posizione (eretta, seduta o sdraiata), passare dal letto alla sedia, alzarsi o piegarsi. Lavorano con pazienti che hanno avuto problemi come un ictus, un’amputazione di un arto o un intervento chirurgico all’anca. I trattamenti possono includere esercizio fisico, calore, ultrasuoni e posizionamento (ad esempio, la sistemazione su una sedia adatta alle loro dimensioni e alla loro struttura del corpo in modo che stiano il più comodi possibile).

I terapisti occupazionali valutano e trattano i pazienti che hanno difficoltà a prendersi cura di sé stessi (ad esempio, vestirsi o fare il bagno), lavorare e svolgere altre attività quotidiane.

I logopedisti aiutano i pazienti che hanno difficoltà di linguaggio e apprendimento. Inoltre possono aiutare anche i pazienti che hanno difficoltà di deglutizione, soprattutto dopo un ictus.

Assistente sociale

L’assistente sociale coordina le dimissioni dall’ospedale e i trasferimenti tra vari istituti. Può assistere i pazienti nella compilazione di moduli assicurativi e documentazione di altro genere. Aiuta i pazienti a identificare i servizi che possono essere forniti a domicilio e in comunità e spesso contribuisce all’organizzazione di tali servizi. Valuta inoltre la risposta dei pazienti all’assistenza sanitaria e ai servizi ricevuti.

L’assistente sociale può riunire i familiari del paziente per discutere di importanti questioni sanitarie. Molti assistenti sociali forniscono consulenza in merito ad ansia, depressione o difficoltà, a coloro che si trovano a dover affrontare una malattia o disabilità.

La maggior parte degli assistenti sociali ha una conoscenza approfondita delle particolari esigenze degli anziani. Inoltre, alcuni assistenti sociali sono specializzati nella consulenza dei pazienti anziani e nel determinare l’eventuale necessità di supervisione o assistenza integrativa.

Aiuto infermiere

L’aiuto infermiere collabora alla cura dei pazienti in ospedali, centri di riabilitazione, case di cura, comunità per anziani o altre strutture mediche sotto la direzione degli infermieri. In genere, ha ricevuto una formazione per compiere alcune semplici valutazioni riguardo alla salute, come la misurazione della temperatura corporea, della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa.

È inoltre formato per fornire ausilio nelle attività quotidiane di base come lavarsi, vestirsi e nutrirsi.

L’aiuto infermiere può rispondere agli indicatori luminosi o acustici di allarme con cui si segnala che qualcuno ha bisogno di aiuto.

Apparecchi medicali domestici

L’assistente sanitario domiciliare generalmente fornisce servizi domestici, come la preparazione di pasti, il lavaggio della biancheria e lo svolgimento di lavori domestici.

Esperti di etica medica

L’esperto di etica medica aiuta a risolvere i conflitti su questioni morali che sorgono durante l’assistenza sanitaria. Ad esempio, gli operatori sanitari e i familiari possono essere in disaccordo sull’interruzione di un trattamento di apparente inefficacia. Gli esperti di etica medica possono essere medici, altri operatori sanitari, avvocati o altre persone appositamente formate in etica medica. Alcuni ospedali dispongono di un esperto di etica medica o di un gruppo di esperti di etica medica all’interno del personale.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE