Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Febbre dengue

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa apr 2018| Ultima modifica dei contenuti apr 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Che cos’è la dengue?

La dengue è un’infezione virale trasmessa dalle zanzare. Una forma più grave della malattia, chiamata febbre dengue emorragica, provoca sanguinamento e può essere mortale.

  • La dengue è più comune nelle regioni tropicali e subtropicali, come il Sud-est asiatico, l’America centrale e meridionale, e i Caraibi

  • La dengue si contrae attraverso la puntura di una zanzara infetta

  • La sintomatologia include febbre, cefalea e dolori muscolari

  • Si può contrarre la dengue più di una volta, una seconda infezione può causare la febbre dengue emorragica (una malattia più grave)

  • Se ci si reca in un’area in cui è presente la dengue, si devono adottare misure per prevenire le punture di zanzara

Quali sono le cause della dengue?

La dengue è causata dal virus dengue, che è presente nella maggior parte delle regioni tropicali e subtropicali del mondo ed è molto comune nel Sud-est asiatico e nei Caraibi. Tuttavia, alcune persone hanno contratto la dengue nel sud degli Stati Uniti e nelle Hawaii.

Quando una zanzara punge una persona infetta, acquisisce il virus e in seguito lo trasmette alla persona successiva che punge.

Quali sono i sintomi della dengue?

Per 2 o 3 giorni, sensazione di debolezza e stanchezza accompagnata da:

  • Febbre alta e brividi

  • Grave cefalea

  • Dolore con il movimento degli occhi

  • Dolori forti alla schiena, alle gambe e alle articolazioni; queste ultime sono talmente dolenti che la dengue è stata soprannominata “febbre rompiossa”

  • Eruzione cutanea sul viso

Una volta che questi sintomi si sono risolti, ci si può sentire meglio per un giorno ma in seguito possono ricomparire la febbre e l’eruzione cutanea, questa volta sul petto, sulla schiena, sulle braccia e sul viso.

Nei casi più gravi, si può avvertire debolezza per diverse settimane, ma la febbre dengue è raramente una malattia mortale.

Che cos’è la febbre dengue emorragica?

La febbre dengue emorragica è una forma molto più grave della malattia. Si manifesta quando ci si è già ammalati in precedenza e si contrae il virus una seconda volta. Colpisce soprattutto i bambini di età inferiore ai 10 anni nelle aree in cui la dengue è endemica.

La sintomatologia della febbre dengue emorragica comprende tutti i sintomi della dengue comune accompagnati da:

  • Sanguinamento dal naso, dalla bocca, dal retto e da eventuali ferite da puntura

  • Dolore all’addome

  • Vomito con sangue

  • Presenza di sangue nelle urine o nelle feci

  • Comparsa di macchie violacee sulla pelle dovute a sanguinamento sottocutaneo

  • Pressione arteriosa estremamente bassa (shock)

Se si manifestano i sintomi della febbre dengue emorragica, recarsi immediatamente in ospedale.

Come viene diagnosticata la dengue?

Il medico sospetta la dengue sulla base dei sintomi e nelle persone che si sono recate in aree in cui le zanzare sono portatrici dell’infezione. Per confermare la diagnosi, fa eseguire delle analisi del sangue.

Come si cura la dengue?

Non esiste alcun farmaco in grado di uccidere il virus dengue. Il medico interviene nel modo seguente:

  • Prescriverà dei farmaci, come il paracetamolo, per ridurre il dolore e abbassare la febbre

  • Somministrerà liquidi per via endovenosa (e.v.), soprattutto in caso di febbre dengue emorragica

Non assumere aspirina né ibuprofene, in quanto possono causare sanguinamento o peggiorarlo.

Per tutto il decorso della malattia i pazienti dovranno essere tenuti sotto una zanzariera, in modo che le zanzare non possano trasmettere l’infezione ad altre persone.

Come si può prevenire la dengue?

Se si risiede o ci si reca in un’area in cui è presente la dengue, adottare misure per prevenire le punture di zanzara:

  • Spruzzare la pelle con un repellente per insetti a base di DEET

  • Utilizzare le zanzariere

  • Indossare camicie a maniche lunghe e pantaloni lunghi

  • Applicare zanzariere alle finestre e ripararle in caso di fori

  • Non lasciare in casa né nelle vicinanze acqua stagnante, in cui le zanzare possono riprodursi

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE