honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

I fatti in Breve

Infezione da virus Zika

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa mar 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
Risorse sull’argomento

Che cos’è l’infezione da virus Zika?

Nei bambini o negli adulti, l’infezione da virus Zika non determina quasi mai una malattia grave, ma questo virus è molto pericoloso per un nascituro (feto).

  • Il virus Zika può essere trasmesso attraverso le punture delle zanzare, i rapporti sessuali o le trasfusioni di sangue

  • Una donna in gravidanza che ha contratto l’infezione da virus Zika può trasmetterla al bambino

  • Nella maggior parte dei casi l’infezione è asintomatica o provoca solo sintomi lievi, come febbre, eruzione cutanea, dolori articolari e arrossamento degli occhi

  • I bambini nati da madri con infezione da virus Zika possono presentare difetti cerebrali congeniti, tra cui un’anomala riduzione delle dimensioni della testa (microcefalia)

  • Non esistono cure per l’infezione da virus Zika; tuttavia, il riposo e il paracetamolo per alleviare la febbre e il dolore possono essere utili

Come si contrae l’infezione da virus Zika?

Il virus Zika viene trasmesso prevalentemente dalle:

  • Zanzare

Il virus Zika può inoltre essere trasmesso attraverso:

  • Rapporti sessuali

  • Trasfusioni di sangue

  • Trasmissione prenatale da una donna in gravidanza al bambino

L’infezione da virus Zika si può trasmettere al proprio partner durante i rapporti sessuali:

  • Anche se l’infezione è asintomatica

  • Prima che i sintomi si manifestino

  • Quando i sintomi sono presenti

  • Settimane o addirittura mesi dopo la scomparsa dei sintomi (il virus Zika può permanere nel liquido seminale per un periodo massimo di 6 mesi)

Le zanzare che trasmettono il virus Zika vivono nei climi caldi, quindi la maggior parte delle infezioni da virus Zika si verificano in Sud America e nei Caraibi. Tuttavia, persone che abitano in altre parti del mondo e si recano in quelle aree possono tornare a casa con un’infezione da virus Zika.

Quali sono i sintomi dell’infezione da virus Zika?

I sintomi possono essere lievi o assenti. Di solito, la sintomatologia ha una durata di 4-7 giorni e include:

  • Febbre

  • Eruzione cutanea con papule di colore rosso

  • Dolori articolari e muscolari

  • Irritazione e arrossamento oculare

  • Cefalea

Quali sono le conseguenze dell’infezione da virus Zika nei neonati?

L’infezione da virus Zika contratta durante la gravidanza può causare difetti cerebrali congeniti nel neonato, inclusa un’anomala riduzione delle dimensioni della testa (microcefalia). I neonati con microcefalia possono presentare problemi come:

  • Crisi convulsive

  • Ritardi nello sviluppo (ad esempio, sono in grado di stare seduti, stare in piedi e camminare più tardi del solito)

  • Riduzione delle capacità intellettive

  • Problemi di movimento ed equilibrio

  • Problemi di alimentazione o deglutizione

  • Problemi dell’udito o della vista

Come viene diagnosticata l’infezione da virus Zika?

Il medico formula la diagnosi di infezione da virus Zika sulla base di:

  • Esami del sangue

  • Analisi delle urine

Come si cura l’infezione da virus Zika?

Attualmente, non esiste alcun farmaco per curare l’infezione da virus Zika.

Il medico consiglierà:

  • Riposo

  • Assunzione di liquidi, per assicurare che vi sia una quantità di acqua sufficiente nell’organismo

  • Paracetamolo, per alleviare la febbre e il dolore

Non assumere aspirina né ibuprofene, tranne nel caso in cui si sia consultato un medico e si sappia con certezza di avere un’infezione da virus Zika. Se si soffre di febbre dengue, che può provocare sintomi simili a quelli dell’infezione da virus Zika, assumere aspirina o ibuprofene può essere pericoloso e causare emorragie.

Nelle donne in gravidanza, i medici possono:

  • Eseguire un’ecografia ogni 3 o 4 settimane per controllare lo sviluppo del bambino

Come si può prevenire l’infezione da virus Zika?

I modi migliori per prevenire l’infezione da virus Zika sono:

  • Evitare le punture delle zanzare

  • Evitare i rapporti sessuali non protetti con un partner che abbia o possa avere contratto l’infezione

Per evitare le punture delle zanzare:

  • Indossare camicie a maniche lunghe e pantaloni lunghi

  • Alloggiare in luoghi che dispongono di impianti di condizionamento dell’aria o di zanzariere alle porte e alle finestre per impedire l’ingresso delle zanzare, oppure usare una zanzariera da letto

  • Utilizzare repellenti per insetti contenenti dietiltoluamide (DEET) sulla pelle scoperta, ma non nei bambini sotto i 2 mesi di età

  • Trattare gli indumenti e l’equipaggiamento con un insetticida a base di permetrina (non applicarlo direttamente sulla pelle)

Le donne in gravidanza devono evitare di recarsi in aree dove il virus Zika è endemico (consultare le attuali informazioni di viaggio sul virus Zika: Zika Travel Information).

Le donne in gravidanza il cui partner sessuale risiede o si reca in un luogo dove l’infezione da virus Zika è comune, durante la gravidanza devono:

  • Astenersi dai rapporti sessuali (vaginali, anali o orali)

  • Oppure utilizzare sempre metodi contraccettivi di barriera (come il preservativo) durante i rapporti sessuali

Se la propria partner sessuale ha ricevuto la diagnosi di infezione da virus Zika o ne presenta i sintomi, è necessario:

  • Astenersi dai rapporti sessuali per almeno 8 settimane

  • Oppure utilizzare il preservativo o la diga dentale durante i rapporti sessuali

Se il proprio partner sessuale ha ricevuto la diagnosi di infezione da virus Zika o ne presenta i sintomi, è necessario:

  • Astenersi dai rapporti sessuali per almeno 6 mesi

  • Oppure utilizzare il preservativo durante i rapporti sessuali

Il virus Zika permane più a lungo nello sperma rispetto ad altri liquidi corporei.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE