Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
I fatti in Breve

Osteoporosi

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa set 2019| Ultima modifica dei contenuti set 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
Risorse sull’argomento

Che cos’è l’osteoporosi?

L’osteoporosi è una condizione che indebolisce le ossa. Le ossa si assottigliano e diventano più fragili. Questa condizione viene definita perdita di densità ossea. Se si è affetti da osteoporosi, le ossa si rompono più facilmente.

  • L’osteoporosi è più comune nelle donne, ma non è esclusa negli uomini

  • In genere, l’osteoporosi è causata dall’invecchiamento, da bassi livelli di ormoni sessuali e dalla carenza di vitamina D o calcio

  • L’osteoporosi si può prevenire assumendo una quantità sufficiente di calcio e vitamina D, facendo attività fisica di resistenza (come camminare o sollevamento pesi) e assumendo determinati farmaci

Le ossa maggiormente soggette a fratture a causa dell’osteoporosi sono:

  • Polso

  • Colonna vertebrale (vertebre)

  • Anca

La frattura di una delle vertebre nella parte media o bassa della colonna può causare un parziale collasso delle vertebre. Tale evenienza viene definita frattura da compressione vertebrale.

Quali sono le cause dell’osteoporosi?

Generalmente, le cause di osteoporosi sono:

  • Invecchiamento

  • Nelle donne, riduzione dei livelli di estrogeno (l’ormone sessuale femminile), che si verifica dopo la menopausa

  • Negli uomini, bassi livelli di testosterone (l’ormone sessuale maschile)

  • Un’assunzione insufficiente di vitamina D o calcio

Chi è a maggior rischio di osteoporosi?

Il rischio di osteoporosi è maggiore se:

  • si è molto magri

  • si è di razza bianca o asiatica

  • si è allettati per molto tempo senza muoversi

  • si fuma o si assumono alcolici

  • si hanno familiari che soffrono di osteoporosi

Quali sono i sintomi dell’osteoporosi?

Al principio, l’osteoporosi non causa sintomi. Se non si subiscono fratture è possibile che i sintomi non si manifestino mai.

Quando l’osteoporosi causa una frattura, in genere si avverte dolore. Tuttavia, a volte in seguito a un collasso vertebrale inizialmente non si avverte dolore. Successivamente, si può cominciare ad avere mal di schiena che peggiora stando in piedi o mentre si cammina.

Se il collasso colpisce varie vertebre in fila, la colonna potrebbe incurvarsi e la statura diminuire.

Come fa il medico a stabilire se una persona è affetta da osteoporosi?

I medici sospettano l’osteoporosi in base ai sintomi, soprattutto se si tratta di donne di età superiore ai 65 anni o in presenza di fattori di rischio per l’osteoporosi.

I medici analizzano la densità delle ossa utilizzando un tipo speciale di radiografia detta densitometria ossea (“DEXA”). In genere, il medico esegue una DEXA se il paziente:

  • è una donna di età superiore a 65 anni

  • è una donna di età inferiore a 65 anni, in post-menopausa e con fattori di rischio

Talvolta il medico prescrive esami del sangue per verificare i livelli di vitamina D e calcio.

Qual è il trattamento per l’osteoporosi?

In caso di frattura dovuta all’osteoporosi, il medico potrebbe:

  • ricorrere all’ingessatura

  • eseguire un intervento chirurgico

  • ordinare al paziente di indossare un corsetto (per sostenere una vertebra collassata) e di sottoporsi a fisioterapia

Inoltre, il medico cercherà di impedire un indebolimento delle ossa chiedendo al paziente di:

  • consumare cibi contenenti quantità maggiori di calcio e vitamina D

  • fare esercizi di resistenza, come camminare e fare le scale

  • Assumere farmaci come i bisfosfonati

I bisfosfonati possono contribuire ad aumentare la densità ossea. Anche gli integratori ormonali apportano benefici alle ossa. Questo perché bassi livelli di ormoni femminili possono aumentare il rischio di osteoporosi. I medici, tuttavia, in genere non prescrivono integratori ormonali solo per l’osteoporosi.

Come si può prevenire l’osteoporosi?

Prevenire l’osteoporosi è meglio che curarla. Per contribuire a prevenire l’osteoporosi:

  • smettere di fumare o non iniziare a farlo

  • limitare gli alcolici

  • assumere le quantità di calcio e vitamina D prescritte dal medico, che possono derivare da vitamine o dall’alimentazione

  • fare esercizi di resistenza, come camminare e fare le scale

  • assumere i farmaci prescritti dal medico

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE