Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
I fatti in Breve

Osteonecrosi

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa feb 2021| Ultima modifica dei contenuti feb 2021
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli

Che cos'è l’osteonecrosi?

“Osteo” si riferisce alle ossa. “Necrosi” è il termine medico per cellule morte. Osteonecrosi significa pertanto morte di cellule ossee.

  • L’osteonecrosi si verifica quando qualcosa, come ad esempio una lesione ossea, interferisce con l’apporto ematico all’osso

  • Generalmente questo avviene in seguito a un trauma osseo, ma può avere un’insorgenza autonoma

  • È più diffusa nell’anca, nel ginocchio e nella spalla

  • L’osteonecrosi in prossimità di un’articolazione può causare artrite nell’articolazione stessa

  • I sintomi consistono in dolore e difficoltà a muovere l’articolazione adiacente

  • Il medico esegue radiografie o RMI

  • Il trattamento dell’osteonecrosi prevede antidolorifici e fisioterapia e, a volte l’intervento chirurgico

  • L’intervento chirurgico può essere evitato con una diagnosi precoce

Quali sono le cause dell’osteonecrosi?

L’osteonecrosi si manifesta in caso di:

  • diminuzione dell’afflusso ematico a una parte di un osso

Spesso non si pensa all’osso come a un tessuto vivo e in crescita, quale in effetti è. Poiché sono tessuti viventi, le ossa hanno bisogno di un apporto di sangue per rifornirsi di ossigeno e nutrienti. Senza un sufficiente apporto ematico, l’osso muore.

La diminuzione dell’afflusso ematico in una parte di un osso può:

  • essere causata da un trauma

  • avvenire autonomamente

Le lesioni che causano la frattura di un osso o la lussazione di un’articolazione, talvolta lacerano dei vasi sanguigni che nutrono l’osso. Se i vasi sanguigni non guariscono correttamente, l’osso non riceve sangue a sufficienza.

A volte l’osteonecrosi può manifestarsi senza la presenza di traumi. Le probabilità che questo avvenga aumentano:

  • se si assumono alte dosi di corticosteroidi per un periodo di tempo prolungato

  • con un consumo eccessivo di alcol per un periodo di tempo prolungato

Quali sono i sintomi dell’osteonecrosi?

Tra i sintomi dell’osteonecrosi vi sono:

  • dolore che peggiora con il movimento e migliora con il riposo

  • allo stadio più avanzato, dolore, indolenzimento e rigidità articolare

Altri sintomi dipendono dalla sede del problema. Se si ha un’osteonecrosi dell’anca, per esempio, di solito è presente dolore lungo la coscia o alle natiche. Se l’osteonecrosi interessa un osso della gamba, di solito sono presenti claudicazione e dolore in posizione eretta o nella deambulazione.

Come viene formulata la diagnosi di osteonecrosi?

Il medico può sospettare un’osteonecrosi se, in seguito a una frattura ossea, il dolore continua anche dopo la presunta guarigione. Inoltre può sospettarla se il paziente presenta dolore osseo o articolare da molto tempo senza alcun motivo apparente, in particolare se il paziente assume corticosteroidi o consuma troppo alcol.

Per diagnosticare l’osteonecrosi, il medico esegue degli esami di diagnostica per immagini come:

Come viene trattata l’osteonecrosi?

Non esiste un trattamento specifico per l’osteonecrosi. Il medico cerca di attenuare i sintomi del paziente prescrivendogli:

Se l’osteonecrosi è diagnosticata precocemente ed è limitata a una piccola area, l’osso può guarire spontaneamente con il tempo.

Talvolta è necessario intervenire chirurgicamente. Esistono diversi tipi di intervento chirurgico:

  • decompressione centrale (perforazione dell’osso per abbassare la pressione intraossea)

  • innesto osseo (rimozione dell’osso necrotico e sostituzione con osso normale prelevato in un’altra parte del corpo)

  • osteotomia (resezione e rimodellamento dell’osso in modo da spostare il peso dall’osso danneggiato all’osso sano)

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
ALTRI ARGOMENTI IN QUESTO CAPITOLO
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Paralisi delle corde vocali
La paralisi delle corde vocali è l’incapacità di muovere i muscoli che controllano le corde vocali. La paralisi può interessare una o entrambe le corde vocali. La paralisi di entrambe le corde vocali è potenzialmente letale. Quale delle seguenti è la causa più probabile di paralisi di entrambe le corde vocali?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE