Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Morte cerebrale

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa apr 2019| Ultima modifica dei contenuti apr 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Cos’è la morte cerebrale?

La morte cerebrale è una condizione in cui il cervello del soggetto ha smesso completamente di funzionare, ma il corpo viene mantenuto in vita tramite respirazione artificiale e farmaci.

  • I soggetti cerebralmente morti non sono consapevoli e non possono pensare né sentire nulla

  • Non riescono a muoversi né a respirare

  • Il cervello cessa di controllare le funzioni corporee spontanee come battito cardiaco e la pressione arteriosa

  • I soggetti non si riprendono e il corpo muore entro qualche giorno a prescindere dagli interventi medici

  • I soggetti in stato di morte cerebrale sono considerati legalmente morti

Le macchine possono respirare per qualcuno che è in stato di morte cerebrale, e i farmaci possono mantenere il battito cardiaco per un breve periodo di tempo. Tuttavia, alla fine tutti gli organi del soggetto smettono di funzionare. Se il soggetto desiderava donare gli organi, il medico potrebbe essere in grado di usare gli organi per il trapianto. Ma la donazione di organi deve essere eseguita prima che gli organi smettano di funzionare.

I soggetti in stato di morte cerebrale non si riprendono mai. La morte cerebrale è diversa dal coma. I soggetti in coma hanno alcune funzioni cerebrali e talvolta si riprendono.

Quali sono le cause di morte cerebrale?

La morte cerebrale è causata da una grave lesione cerebrale dovuta a:

Tali problemi in genere causano la comparsa di un edema cerebrale. Il gonfiore del cervello aumenta la pressione all’interno della testa del soggetto. Tale aumento della pressione finisce per bloccare completamente l’afflusso di sangue al cervello. Una volta interrotto l’afflusso di sangue, si verifica la morte cerebrale.

Come si stabilisce se un soggetto è in stato di morte cerebrale?

Innanzitutto, i medici si assicurano che il soggetto non presenti un problema di salute che provoca un coma profondo simile alla morte cerebrale. Tali problemi includono:

  • Il sovradosaggio di alcuni tipi di farmaci

  • L’abbassamento estremo della temperatura corporea (ipotermia)

Se il soggetto non ha uno dei suddetti problemi, il medico esegue un esame obiettivo per cercare segni di attività cerebrale tra cui:

  • Vedere se il soggetto cerca di respirare se il respiratore viene spento

  • Sussulto o movimento se il soggetto viene pizzicato o punto con un ago

  • Riflesso faringeo se la parte posteriore della gola viene toccata con un oggetto

  • Ammiccamento se qualcosa entra in contatto con il bulbo oculare

  • Restringimento delle pupille in risposta a una torcia elettrica

Se non c’è alcun segno di attività cerebrale, i medici talvolta eseguono nuovamente i test da 6 a 24 ore più tardi per assicurarsi che il soggetto continui a non avere alcuna risposta. Se i test non danno alcuna risposta per due volte, il medico sa che il soggetto è in stato di morte cerebrale.

Anziché attendere un giorno per ripetere l’esame, il medico può eseguire:

  • Un esame delle onde cerebrali (EEG) per vedere se il cervello evidenzia un’attività elettrica

  • Esami del flusso sanguigno per vedere se il sangue giunge al cervello

I soggetti con assenza di attività elettrica o di afflusso di sangue al cervello sono cerebralmente morti. Tuttavia, questi esami non sono obbligatori.

Cosa fa il medico se un soggetto è in stato di morte cerebrale?

Poiché morte cerebrale significa che un soggetto è legalmente morto, gli organi del soggetto possono essere donati a qualcuno in attesa di un trapianto d’organo. La donazione non deve aspettare che il cuore del soggetto cessi di battere. Gli organi vengono espiantati solo se il soggetto o i familiari desiderano donarli. Il ventilatore e i farmaci di supporto continuano fino a quando non è avvenuto l’espianto. Gli organi vengono asportati con delicatezza e il corpo viene trattato con grande rispetto. Dopodiché il medico:

  • Spegne il ventilatore

  • Interrompere la somministrazione di farmaci

  • Invia il corpo al medico legale o all’impresa funebre

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Puntura lombare (rachicentesi)
Video
Puntura lombare (rachicentesi)
Il midollo spinale è un fascio di nervi che vanno dalla base del cervello lungo tutta la schiena...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Colonna vertebrale e midollo spinale
Modello 3D
Colonna vertebrale e midollo spinale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE