Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Intossicazione alimentare da stafilococco

Di

Thomas G. Boyce

, MD, MPH, University of North Carolina School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa giu 2019| Ultima modifica dei contenuti giu 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

L’intossicazione alimentare da stafilococco è dovuta all’ingestione di cibo contaminato da tossine prodotte da alcuni tipi di stafilococchi, che provocano diarrea e vomito.

  • Questo disturbo può essere causato da tossine prodotte da batteri di Staphylococcus aureus.

  • Le tossine si trovano in alimenti contaminati.

  • I sintomi tipici includono nausea e vomito gravi che iniziano circa 2-8 ore dopo aver mangiato cibo contaminato.

  • La diagnosi di solito viene formulata in base alla sintomatologia.

  • La preparazione attenta del cibo è il modo migliore per prevenire l’intossicazione alimentare.

  • Il trattamento di solito prevede l’assunzione di molti liquidi.

I batteri stafilococchi crescono nei cibi, nei quali producono tossine. Pertanto, l’intossicazione alimentare da stafilococco non è causata dall’ingestione di batteri ma dall’ingestione delle tossine prodotte dai batteri, già presenti nel cibo contaminato. Gli alimenti generalmente contaminati comprendono crema, pasticcini alla crema, latte, carni conservate e pesce. Il rischio di epidemia è alto quando soggetti addetti alla preparazione dei cibi con infezioni cutanee contaminano alimenti poco cotti o lasciati a temperatura ambiente. Nonostante la contaminazione, molti cibi hanno un gusto e un odore normale.

Sintomi

I sintomi dell’intossicazione alimentare da stafilococchi solitamente insorgono improvvisamente con nausea e vomito gravi che iniziano circa 2-8 ore dopo aver mangiato il cibo contaminato. Altri sintomi possono essere dolori addominali crampiformi, diarrea e, talvolta, febbre e cefalea. Una grave perdita di liquidi e di elettroliti può determinare debolezza e valori molto bassi della pressione sanguigna (shock). I sintomi di solito durano meno di 12 ore e la guarigione solitamente è completa.

Talvolta, l’intossicazione alimentare da stafilococco è letale, soprattutto nei più giovani, negli anziani e nei soggetti debilitati da malattie a lungo termine.

Diagnosi

  • Valutazione medica

  • Talvolta esami di laboratorio del cibo

I sintomi sono di solito sufficienti per la diagnosi di gastroenterite (infiammazione della mucosa dello stomaco e dell’intestino tenue e crasso).

Può essere sospettata una diagnosi più specifica di intossicazione alimentare da stafilococco quando altri soggetti che hanno consumato lo stesso cibo presentano gli stessi disturbi o quando il problema può essere attribuito a una singola fonte di contaminazione. Per una conferma della diagnosi, l’analisi di laboratorio deve identificare gli stafilococchi nel cibo sospetto, tuttavia, di solito questa analisi non viene eseguita, perché i risultati non influiscono sul trattamento.

Prevenzione

  • Corretta preparazione e conservazione degli alimenti

Un’attenta preparazione dei cibi può prevenire l’intossicazione alimentare da stafilococco. Un soggetto che ha un’infezione cutanea non deve preparare il cibo per altri soggetti fino alla guarigione dell’infezione. Il cibo deve essere consumato immediatamente o refrigerato e non tenuto a temperatura ambiente.

Trattamento

  • Fluidi

  • Talvolta farmaci per controllare nausea e vomito

  • Talvolta liquidi per via endovenosa

Il trattamento dell’intossicazione alimentare da stafilococchi in genere consiste solo nell’assunzione di un’adeguata quantità di liquidi. Il medico può prescrivere un farmaco antinausea, sotto forma di iniezioni o supposte, per controllare nausea e vomito gravi. Talvolta, vengono perduti così tanti liquidi che si deve procedere alla somministrazione per via endovenosa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Panoramica sull’apparato digerente
Video
Panoramica sull’apparato digerente
Modelli 3D
Vedi Tutto
Colonscopia
Modello 3D
Colonscopia

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE