Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Colite emorragica

Di

Thomas G. Boyce

, MD, MPH, University of North Carolina School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa giu 2019| Ultima modifica dei contenuti giu 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La colite emorragica è un tipo di gastroenterite nella quale alcuni ceppi del batterio Escherichia coli infettano l’intestino crasso e producono una tossina (tossina Shiga) che provoca diarrea emorragica e altre complicanze gravi.

  • Anche la colite emorragica può essere causata da tossine prodotte da Escherichia coli.

  • Gli organismi causa del disturbo sono di solito acquisiti da manzo macinato o acqua contaminati o da latte non pastorizzato.

  • I sintomi di solito sono crampi addominali e diarrea eventualmente emorragica.

  • La diagnosi si basa sulla valutazione del medico e sui risultati degli esami delle feci.

  • Misure preventive sono cottura attenta della carne e lavaggio attento delle mani.

  • Il trattamento prevede assunzione di molti liquidi.

La colite emorragica si può verificare in soggetti di tutte le età ma è più frequente nei bambini e negli anziani. Esistono molti ceppi di Escherichia coli (E. coli) che causano colite emorragica. In Nord America il ceppo più comune è E. coli O157:H7. Questi batteri sono naturalmente presenti nell’intestino dell’1% dei capi di bestiame sani. Le epidemie possono essere scatenate dal consumo di carne di manzo macinata poco cotta oppure di succo o latte non pastorizzato. Anche il consumo di cibo o acqua contaminati con letame di vacca o carne di manzo macinata cruda può diffondere l’infezione. La malattia può essere trasmessa da un soggetto all’altro, particolarmente tra i bambini che portano i pannolini. I parchi acquatici non clorati adeguatamente possono essere una fonte di infezione.

Le tossine di E. coli danneggiano la mucosa dell’intestino crasso. Se entrano nel torrente ematico, le tossine possono anche colpire altri organi, come i reni.

Sintomi

Crampi addominali gravi iniziano improvvisamente con una diarrea acquosa, che può diventare emorragica in 24 ore. La diarrea di solito dura 1-8 giorni. La febbre è in genere assente o lieve ma talvolta può superare i 39 °C.

Il 5-10% circa dei pazienti con colite emorragica sviluppa una complicanza grave detta sindrome emolitico-uremica. I sintomi comprendono bassa conta dei globuli rossi (anemia, caratterizzata da affaticamento, debolezza e pallore), provocata dalla distruzione dei globuli rossi (anemia emolitica), bassa conta piastrinica (trombocitopenia) e improvvisa insufficienza renale. Alcuni soggetti con sindrome emolitico-uremica sviluppano anche complicanze dovute a lesioni delle fibre nervose o del cervello, come convulsioni (attacchi epilettici) o ictus. La sindrome emolitico-uremica insorge di solito nella seconda settimana di malattia, talvolta preceduta da una febbre crescente. La sindrome emolitico-uremica insorge con maggiore probabilità nei bambini con meno di 5 anni di età e nei soggetti oltre i 60 anni di età. Persino senza la sindrome emolitico-uremica e le sue complicanze, la colite emorragica può essere causa di morte negli anziani.

Diagnosi

  • Esami delle feci

Il medico può sospettare una colite emorragica in presenza di diarrea emorragica. Per formulare la diagnosi, fa esaminare i campioni di feci alla ricerca dei ceppi di E. coli o delle tossine che producono.

Altri test, tra cui la sigmoidoscopia, possono essere effettuati se si sospettano altre patologie responsabili di diarrea emorragica.

Prevenzione

  • Cottura attenta della carne

  • Igiene

Il miglioramento delle procedure di lavorazione della carne negli Stati Uniti ha aiutato a ridurre il tasso di contaminazione con E. coli della carne. Nonostante queste misure, la carne di manzo macinata potrebbe essere comunque contaminata. Quindi, la carne di manzo macinata dovrebbe essere cotta fino a una temperatura interna di 71 °C o finché i succhi non risultino privi di sangue. È necessario bere solo latte e suoi derivati pastorizzati.

È necessario smaltire in modo adeguato le feci dei soggetti infetti, seguire una buona igiene e lavare le mani con il sapone per limitare la diffusione dell’infezione. Prima di poter tornare alla scuola materna, i bambini non devono più presentare diarrea e devono risultare negativi in seguito a due colture fecali.

È necessario segnalare alle autorità sanitarie pubbliche le epidemie di diarrea emorragica, dal momento che l’intervento può prevenire l’infezione in altre persone. La segnalazione può essere fatta contattando l’ASL locale attraverso le informazioni trovate sul sito Web o sull’elenco telefonico.

Trattamento

  • Bere liquidi

  • Talvolta liquidi per via endovenosa

L’aspetto più importante del trattamento della colite emorragica è una sufficiente idratazione. Tuttavia, talvolta, la perdita di liquidi è così abbondante che occorre reintegrarli per via endovenosa. Gli antibiotici non sono somministrati poiché aumentano effettivamente il rischio di sviluppare una sindrome emolitico-uremica. Questa malattia può, alla fine, guarire spontaneamente.

I soggetti che sviluppano complicanze probabilmente necessitano di terapia intensiva in ospedale e possono richiedere dialisi renale nonché altri trattamenti specifici.

Sapevate che...

  • Non vengono somministrati antibiotici per la colite emorragica che si sospetta sia causata da E. coli dal momento che non riducono i sintomi, non prevengono la diffusione dell’infezione e, di fatto, aumentano il rischio di sviluppare la sindrome emolitico-uremica.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Malattia da reflusso gastroesofageo
Video
Malattia da reflusso gastroesofageo
Il tratto gastrointestinale, o GI, è composto da cavità orale, faringe, esofago, stomaco e...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Apparato digerente
Modello 3D
Apparato digerente

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE