Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Classificazione e diagnosi delle malattie mentali

Di

Michael B. First

, MD, Columbia University

Revisionato dal punto di vista medico apr 2022
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI

Nel 1952, l’American Psychiatric Association ha pubblicato la prima edizione del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, DSM-I), il primo tentativo di approcciare la diagnosi della malattia mentale attraverso definizioni e criteri standardizzati. L’ultima edizione, DSM-5-TR, pubblicata nel 2022, fornisce un sistema di classificazione che tenta di suddividere le malattie mentali in categorie diagnostiche sulla base della descrizione dei sintomi (ovvero, le modalità espressive e comportamentali dei soggetti come riflesso dei loro pensieri ed emozioni) e del decorso della malattia.

La Classificazione internazionale delle malattie, undicesima revisione (International Classification of Disease, 11th Revision, ICD-11), pubblicata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2019, usa categorie diagnostiche simili a quelle del DSM-5-TR. Tale somiglianza indica che le diagnosi di determinate malattie mentali stanno diventando più uniformi e standardizzate in tutto il mondo.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE