Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Disturbo di personalità paranoide

Di

Mark Zimmerman

, MD, Rhode Island Hospital

Revisionato dal punto di vista medico mag 2021
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
I fatti in Breve

Il disturbo di personalità paranoide è caratterizzato da uno schema pervasivo di diffidenza e sospetto verso gli altri che coinvolge l’interpretare le loro motivazioni come ostili o dannose.

  • Dal momento che i soggetti con disturbo di personalità paranoide sospettano che gli altri tramino di sfruttarli, ingannarli, o danneggiarli, sono sempre all’erta per possibili insulti, offese o minacce.

  • La diagnosi di disturbo di personalità paranoide viene formulata in base a sintomi specifici, tra cui diffidenza e sospetto in molti aspetti della vita.

  • Non esiste una terapia efficace, ma è possibile tentare la terapia cognitivo-comportamentale e i farmaci possono alleviare alcuni sintomi.

I disturbi della personalità Panoramica sui disturbi della personalità I disturbi della personalità sono caratterizzati da persistenti schemi di pensiero, percezione, reazione e da modi di relazionarsi che provocano nel soggetto notevole sofferenza e/o compromettono... maggiori informazioni sono caratterizzati da persistenti schemi di pensiero, percezione, reazione e da modi di relazionarsi che provocano nel soggetto notevole sofferenza e/o compromettono le sue capacità funzionali.

I soggetti con disturbo di personalità paranoide non si fidano degli altri e presumono che vogliano danneggiarli o ingannarli, anche quando non hanno alcun motivo di provare queste sensazioni.

Il disturbo di personalità paranoide interessa da circa il 2 a oltre il 4% della popolazione generale negli Stati Uniti. Si ritiene che sia più diffuso fra gli uomini. Alcune evidenze suggeriscono che il disturbo di personalità paranoide è ereditario. Abusi emotivi e/o fisici e maltrattamenti durante l’infanzia possono contribuire allo sviluppo di questo disturbo.

Spesso sono presenti anche altri disturbi. Ad esempio, le persone con disturbo di personalità paranoide presentano anche uno o più dei seguenti problemi:

Sintomi del disturbo paranoide della personalità

I soggetti con disturbo di personalità paranoide sospettano che gli altri tramino di sfruttarli, ingannarli, o danneggiarli. Sentono che potrebbero essere attaccati in qualsiasi momento e senza alcun motivo. Anche sulla base di prove scarse o assenti, persistono nel mantenere i loro pensieri e sospetti.

Interpretazione delle esperienze come ostili

I soggetti con disturbo di personalità paranoide spesso pensano che gli altri li abbiano enormemente e irrimediabilmente danneggiati. Sono sempre all’erta per possibili insulti, offese o minacce e slealtà e cercano significati nascosti in osservazioni e azioni. Scrutano a fondo gli altri per trovare prove a sostegno dei loro sospetti. Ad esempio, possono interpretare male un’offerta d’aiuto come un’insinuazione di non essere in grado di portare a termine una mansione da soli. Se pensano di essere stati insultati o danneggiati in qualche modo, non perdonano la persona che ritengono li abbia danneggiati. Tendono a contrattaccare o arrabbiarsi in risposta ai danni percepiti. Dal momento che non si fidano degli altri, hanno bisogno di essere autosufficienti e avere tutto sotto controllo.

Effetto sui rapporti

I soggetti con disturbo di personalità paranoide esitano a fidarsi o ad avere rapporti stretti con gli altri perché temono che le informazioni possano essere usate contro di loro. Dubitano della lealtà degli amici e della fedeltà del coniuge o del partner. Possono essere estremamente gelosi e possono mettere costantemente in dubbio le attività e le motivazioni del coniuge o partner, nel tentativo di giustificare la loro gelosia.

Quindi, può essere difficile andare d’accordo con i soggetti con disturbo di personalità paranoide. Quando qualcuno risponde loro negativamente, prendono queste risposte come una conferma dei loro sospetti originali.

Diagnosi del disturbo paranoide della personalità

  • Valutazione di un medico basata su determinati criteri

La diagnosi del disturbo dell'orgasmo si basa sui criteri del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders quinta edizione, DSM-5 Classificazione e diagnosi delle malattie mentali Nel 1952, l’American Psychiatric Association ha pubblicato la prima edizione del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders... maggiori informazioni ), pubblicato dall'American Psychiatric Association.

Per formulare la diagnosi di disturbo di personalità paranoide, il soggetto deve ignorare persistentemente i diritti degli altri, come dimostrato da almeno quattro dei problemi seguenti:

  • Sospettano, senza motivazioni sufficienti, che gli altri li stiano sfruttando, danneggiando, o ingannando.

  • Sono ossessionati da dubbi ingiustificati sull’affidabilità di amici e colleghi.

  • Sono riluttanti a fidarsi degli altri perché temono che le informazioni possano essere usate contro di loro.

  • Fraintendono eventi o commenti innocui, ritenendo che abbiano un significato nascosto denigratorio, ostile, o minatorio.

  • Serbano rancore se pensano di essere stati insultati, danneggiati o offesi.

  • Pensano subito che il loro carattere o la loro reputazione siano stati attaccati e reagiscono con rabbia o contrattaccano

  • Sospettano ripetutamente che il coniuge o partner sia infedele, sebbene non abbiano motivi sufficienti per sospettarlo.

Inoltre, i sintomi devono aver avuto inizio entro la prima età adulta.

Trattamento del disturbo paranoide della personalità

  • Terapia cognitivo-comportamentale

Dal momento che i soggetti con disturbo di personalità paranoide sono così sospettosi e diffidenti, i medici hanno spesso difficoltà a stabilire un rapporto collaborativo e di mutuo rispetto con loro. Per aiutare a stabilire un rapporto e quindi incoraggiare le persone a partecipare al trattamento, i medici tentano spesso di riconoscere dei sospetti che abbiano fondamento.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE