Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Anamnesi ed esame obiettivo nelle malattie del sangue

Di

David J. Kuter

, MD, DPhil, Harvard Medical School

Ultima revisione/verifica completa set 2019| Ultima modifica dei contenuti set 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Il medico procede alla raccolta dell’anamnesi del soggetto (fa domande sui sintomi, le esposizioni professionali o di altro tipo e chiede informazioni sui familiari). Il medico esegue quindi un esame obiettivo. Gli esiti dell’anamnesi e dell’esame obiettivo aiutano il medico a decidere quali esami di laboratorio potrebbero essere necessari.

Anamnesi

Il medico può sospettare la presenza di una malattia del sangue in base a una vasta serie di possibili sintomi. Inoltre, determinati fattori nell’anamnesi di un soggetto indicano che quel soggetto è a rischio. Alcuni esempi possono essere:

  • Una malattia del sangue in un familiare del soggetto

  • Un’altra malattia (come per esempio una malattia del fegato o dei reni) che può causare una malattia del sangue

  • L’etnia o la razza di una persona (per esempio l’anemia falciforme colpisce soprattutto le persone di colore)

  • L’uso di un farmaco che può causare sanguinamenti (come aspirina, farmaci antinfiammatori non steroidei o warfarin)

  • Esposizioni (per esempio un’esposizione professionale) a una sostanza chimica che potrebbe causare sanguinamento o danni al midollo osseo

Esame obiettivo

Durante l’esame obiettivo, il medico ricerca delle caratteristiche fisiche specifiche che potrebbero essere correlate a una malattia del sangue.

  • Esamina la cute e le membrane mucose (come per esempio la superficie interna delle palpebre o della bocca) per evidenziare pallore, vasi sanguini anomali (teleangectasie), ecchimosi, puntini rossi o violacei oppure eruzioni cutanee rosse.

  • Palpa il collo, le ascelle e l’inguine alla ricerca di linfonodi ingrossati.

  • Esamina le articolazioni per vedere se sono gonfie o se fanno male.

  • Esamina l’addome per vedere se la milza o il fegato sono ingrossati.

  • Esegue un’esplorazione rettale per controllare se vi sia sangue nelle feci.

Gli esiti dell’anamnesi e dell’esame obiettivo aiutano il medico a decidere quali esami di laboratorio potrebbero essere necessari.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE