Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Selenio

Di

Larry E. Johnson

, MD, PhD, University of Arkansas for Medical Sciences

Ultima revisione/verifica completa nov 2018| Ultima modifica dei contenuti nov 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Il selenio si trova in tutti i tessuti; insieme alla vitamina E, svolge un’azione antiossidante e protegge le cellule dai danni dei radicali liberi, sottoprodotti reattivi della normale attività cellulare. Il selenio può favorire la protezione da alcuni tipi di cancro ed è necessario anche per il normale funzionamento della tiroide.

(Vedere anche Panoramica sui minerali).

Carenza di selenio

La carenza di selenio è rara, anche in Paesi come Nuova Zelanda e Finlandia, dove l’assunzione di selenio è molto ridotta rispetto a Stati Uniti e Canada. In alcune zone della Cina, dove l’assunzione di selenio è persino inferiore, è più probabile che la carenza di selenio determini l’insorgenza della malattia di Keshan, una malattia virale che colpisce soprattutto bambini e giovani donne. La malattia di Keshan danneggia le pareti del cuore, con conseguente cardiomiopatia.

I bambini con carenza di selenio nella fase della crescita possono sviluppare una malattia debilitante che progredisce lentamente e colpisce articolazioni e ossa (malattia di Kashin-Beck). Questa malattia può essere più diffusa in Siberia e in Cina.

La carenza di selenio, se associata a carenza di iodio, può causare gozzo e tiroide ipoattiva (ipotiroidismo) nei soggetti affetti da entrambe le carenze.

Il medico sospetta la carenza di selenio in base alle circostanze e ai sintomi del paziente. Gli esami del sangue per questa carenza non sono facilmente disponibili.

Il trattamento con un integratore di selenio può portare alla guarigione completa. L’assunzione di integratori di selenio consente di prevenire, ma non cura, la cardiomiopatia dovuta alla malattia di Keshan.

Eccesso di selenio

L’assunzione quotidiana di più di 900 microgrammi di un integratore di selenio senza prescrizione medica può avere effetti dannosi. I sintomi comprendono nausea, vomito, diarrea, perdita dei capelli, alterazioni delle unghie, eruzione cutanea, affaticamento e lesioni nervose. L’alito può avere un odore simile all’aglio.

La diagnosi di eccesso di selenio si basa sui sintomi, in particolare la rapida perdita dei capelli.

La terapia dell’eccesso di selenio consiste nella riduzione dell’assunzione di selenio.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Panoramica su vitamine e minerali
Video
Panoramica su vitamine e minerali
Per la sua salute il corpo umano ha bisogno di varie vitamine e minerali. Molte di queste...

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE