Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Idraste

Di

Laura Shane-McWhorter

, PharmD, University of Utah College of Pharmacy

Ultima revisione/verifica completa lug 2020| Ultima modifica dei contenuti lug 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

L’idraste, una pianta in via di estinzione, è simile al ranuncolo. I principi attivi sono l’idrastina e la berberina, che hanno proprietà antisettiche. La berberina agisce anche contro la diarrea. È disponibile in formulazione liquida, in compresse e in capsule.

Presunti effetti medicinali

L’idraste è utilizzato come soluzione antisettica per afte orali, occhi infiammati e arrossati, lesioni e irritazioni cutanee, nonché come lavanda per le infezioni vaginali. È stato associato all’echinacea come rimedio per il raffreddore, ma l’efficacia dell’idraste in questa veste non è stata dimostrata. L’idraste è usato anche come rimedio per l’indigestione e la diarrea. In alcuni studi relativamente ben disegnati, la berberina isolata dall’idraste calma la diarrea, anche nei soggetti con sindrome dell’intestino irritabile.

Delle nuove evidenze sembrano indicare che nei soggetti diabetici, la berberina può diminuire la glicemia postprandiale e a digiuno, e anche l’emoglobina A1c.

Possibili effetti collaterali

L’idraste può causare molti effetti collaterali, inclusi irritazione e disturbi gastrointestinali, contrazioni uterine, ittero neonatale e peggioramento dell’alta pressione sanguigna (ipertensione). Se assunto in grandi quantità, l’idraste può causare convulsioni e insufficienza respiratoria e può alterare le contrazioni cardiache. Le donne in gravidanza o in allattamento, i neonati e i soggetti affetti da disturbi convulsivi o trombotici devono astenersi dall’assunzione dell’idraste. Il principio attivo, la berberina, può danneggiare l’acido desossiribonucleico (DNA), il che può causare la formazione di tumori.

Possibili interazioni farmacologiche

L’idraste può potenziare l’efficacia di farmaci anticoagulanti (come il warfarin), aumentando il sanguinamento. L’idraste influisce sulle modalità di elaborazione di alcuni farmaci da parte del fegato, il che può causare altre importanti interazioni farmacologiche. La berberina nell’idraste può aumentare gli effetti ipoglicemizzanti dei farmaci ipoglicemizzanti.

Ulteriori informazioni sull’idraste

Di seguito si riporta una risorsa in lingua inglese che può essere utile. Si tenga presente che IL MANUALE non è responsabile dei contenuti di tale risorsa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Metti alla prova la tua conoscenza
Ricovero ospedaliero
Le persone possono essere ricoverate in ospedale attraverso il pronto soccorso o per richiesta del proprio medico. Quale delle seguenti è una delle cose più importanti che si dovrebbe portare con sé in ospedale?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE