Non Trovato
Sedi

Trova informazioni su argomenti di medicina, sintomi, farmaci, procedure, notizie e altro ancora, scritte in un linguaggio semplice.

Sofferenza fetale

Per Julie S. Moldenhauer, MD, Associate Professor of Clinical Obstetrics and Gynecology in Surgery, The Garbose Family Special Delivery Unit; Attending Physician, The Center for Fetal Diagnosis and Treatment, Children's Hospital of Philadelphia; The University of Pennsylvania Perelman School of Medicine

Per sofferenza fetale si intendono i segni prima e durante il parto che indicano che il feto non sta bene.

La sofferenza fetale è una complicanza rara del travaglio e in genere si verifica quando il feto non ha ricevuto ossigeno a sufficienza. La sofferenza fetale si verifica quando la gravidanza si prolunga troppo (post-maturità) o quando insorgono complicanze nella gravidanza o durante il travaglio.

Di solito, i medici identificano la sofferenza fetale in base a un quadro di frequenza cardiaca anomala del feto. Durante il travaglio, la frequenza cardiaca fetale viene monitorata in modo costante, di solito mediante un monitoraggio elettronico del battito cardiaco fetale. In alternativa, si utilizza un dispositivo ecodoppler manuale che controlla la frequenza cardiaca ogni 15 minuti all’inizio del travaglio e dopo ogni contrazione a travaglio avanzato.

Se si individua un’anomalia significativa nella frequenza cardiaca, è possibile intervenire come segue:

  • Somministrare ossigeno alla donna

  • Aumentare la quantità di liquidi per via endovenosa

  • Girare la donna su un fianco o sull’altro

Nel caso in cui tali misure si dimostrino inefficaci, il parto viene espletato il più velocemente possibile per mezzo di forcipe, ventosa ostetrica o taglio cesareo.

Sapevate che...

  • Una frequenza cardiaca anomala del feto può costituire il primo segnale di sofferenza fetale.

A volte il liquido amniotico (liquido in cui il feto è immerso nell’utero) è verde dopo la rottura delle membrane. Tale anomalia di colorazione è determinata dalle prime feci fetali (meconio). A volte il bambino inala (aspira) del liquido amniotico contenente meconio prima del travaglio o durante il parto. In questi casi, il bambino potrebbe manifestare difficoltà respiratorie poco dopo la nascita (detta sindrome da aspirazione di meconio).

Risorse